LA CENTO CHILOMETRI

ITALIA - 1959
Una società sportiva ha indetto una gara podistica di cento chilometri. Cesare, benché si senta male, è costretto a parteciparvi, e farà ogni sforzo per vincere il premio, che gli consentirà di saldare il conto del falegname: questi ha infatti minacciato di portargli via il letto, se non lo paga. Cesare vincerà la corsa, ma avrà la sorpresa di apprendere che sua moglie ha dato alla luce cinque gemelli. L'avvocato Corsetti partecipa alla gara in seguito ad una scommessa perduta. Grande e grosso com'è, a un certo punto non ne può più e deve ritirarsi: durante tutto il percorso è stato ostinatamente inseguito da un cliente petulante, che alla fine viene fermato dai carabinieri. Toccaceli, che per lunghi anni è stato campione assoluto, sente di non farcela più; ma non vuole che il suo bambino, che lo segue sempre, sappia che il suo papà non è più un campione. Il bambino però comprende la situazione e assicura il papà che sarà sempre ugualmente felice di averlo vicino a sé. Non manca l'elemento sentimentale, rappresentato da Stefano, giovane podista, ed Elena, studentessa del Conservatorio. I due s'incontrano durante la corsa e fanno amicizia: dopo essersi perduti di vista e poi ritrovati, i due giovani si dichiarano il loro vicendevole affetto.

CAST

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy