La paura fa 90

ITALIA - 1951
Il duca di Boffignac, capitano dei moschettieri del Re, è stato ucciso da un marito tradito e il suo spirito è condannato a vagare nel castello dell'uccisore, finché non sarà riuscito a vendicarsi. Centinaia di anni dopo uno dei discendenti del suo nemico, Carlo Maltivoglio, detto Carletto, cantante di rivista, è costretto a fermarsi una notte nel castello abbandonato. Poiché ha raccontato ai suoi amici e colleghi la storia delle apparizioni notturne, l'attore comico della compagnia a mezzanotte in punto si traveste da moschettiere ma, trovandosi di fronte il vero fantasma, sviene per lo spavento. Dal canto suo il fantasma, accolto a cuscinate dalle attrici che lo credono un impostore, si ritira in un vecchio baule che però viene unito per errore ai bagagli della compagnia. Resterà con loro e verrà persino scritturato dall'impresario, finché non capirà che il perdono è la migliore delle vendette...
  • Durata: 90'
  • Colore: B/N
  • Genere: COMICO
  • Produzione: ALEANDRO DI PAOLO PER E.D.I.C. (EDIZIONE DISTRIBUZIONE ITALIANA CINEMATOGRAFICA)
  • Distribuzione: E.D.I.C. - FONIT CETRA VIDEO

NOTE

- MUSICA DIRETTA DA FELICE MONTAGNINI.

CRITICA

" (...) Prolisso in alcune parti fino ad essere noioso, gettato nella farsa senza bisogno alcuno, il film cerca di salvarsi per alcune trovate di dialogo o per qualche situazione a volte indovinata (...). Per il resto si perde nella mediocrità anche se Tognazzi fa i suoi bravi sforzi per emergere". (E. Fecchi, "Intermezzo", n. 24 del 31/12/1951).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy