Mogli pericolose

ITALIA - 1958
Mentre Pirro, impiegato ai grandi magazzini e marito di Tosca, ex ballerina, va a caccia con gli amici Bruno, suo direttore, il dottor Federico, medico, e Benny Bertuetti, le rispettive mogli discutono sulla fedeltà dei loro mariti. La più ingenua, Claudine, sposata con Federico, è convinta che suo marito sia sincero ed ami lei sola; e allora Ornella, moglie di Bruno, e Tosca le propongono di metterlo alla prova. Claudine accetta e vince la scommessa; esige quindi, come contropartita, che Tosca si produca in una danza, che faceva parte del suo repertorio di ballerina. Ciò indispettisce Pirro, che, nominato da Bruno capo ufficio, ha l'impressione che il suo direttore s'interessi troppo a sua moglie. Dal canto suo Bruno si studia d'allontanare e sventare i sospetti non infondati di Ornella. L'unico a non preoccuparsi della moglie, con cui non va d'accordo, è Benny Bertuetti, perché la donna è anziana e non bella e tutte le sue affettuose cure sono rivolte al figliolo. Questi sembra non curarsi affatto delle ragazze: il padre è felice quando scopre che il giovane invece è innamorato di Elisa, commessa della farmacia. Intanto Federico si è incapricciato di Tosca: quando si reca ad un appuntamento, l'arrivo improvviso di Pirro e l'intervento di Bruno evitano spiacevoli conseguenze, e tutto rientra nella normalità.

CAST

NOTE

- NASTRO D'ARGENTO 1959 A DORIAN GRAY COME MIGLIOR ATTRICE NON PROTAGONISTA.

CRITICA

"E' dunque un film sopratutto divertente, con una qualità in più: è anche allegro (e non è la stessa cosa). E come Comencini tiene a dirci, è un film comico senza l'impiego di attori comici, il che, evidentemente, torna ad onore anche degli interpreti". (Vittorio Bonicelli, "Il Tempo", 9/12/1958).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy