Moore nel deserto

Dopo il Kuwait anche l'Arabia si oppone alle accuse di Fahrenheit: "Con gli Usa nessun aiuto ai Bin Laden"
3 Agosto 2004
Moore nel deserto

E’ scontro internazionale su Fahrenheit 9/11. Dopo le polemiche sollevate negli Stati Uniti, il documentario anti Bush di Michael Moore indispettisce anche l’Arabia Saudita. Turki Al Faisal, ambasciatore presso la Gran Bretagna, ha ribattuto punto per punto alle accuse sulla preseunta connivenza e i legami commerciali tra il suo paese, la Casa Bianca e la famiglia Bin Laden. In particolar modo il diplomatico ha risposto alle illazioni in merito all’espatrio di 140 cittadini sauditi – tra cui alcuni discendenti della famiglia Bin Laden -, che il governo americano avrebbe segretamente aiutato a espatriare il 13 settembre 2001, quando ormai era stato ordinato il blocco aereo sui cieli degli Stati Uniti. L’ambasciatore ha inoltre negato qualsiasi diretto rapporto commerciale tra la dinastia dei Bush e la casa reale saudita.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy