Globi per tre

5 nomination per Frost/Nixon, Doubt e il Benjamin Button di Fincher. Al Cavaliere oscuro solo quella per Ledger
11 Dicembre 2008
Globi per tre

Rese note quest’oggi le candidature ai Golden Globes, che saranno assegnati il prossimo 11 gennaio dai giornalisti della stampa estera americana iscritti all’HFPA (Hollywood Foreign Press Association): guidano con cinque nomination ciascuno Frost/Nixon di Ron Howard (in anteprima italiana sabato 13 dicembre al Tertio Millennio Film Fest), Il curioso caso di Benjamin Button di David Fincher (entrambi candidati anche come Migliori Film drammatici) e Doubt di John Patrick Shanley. Nella cinquina dei migliori film drammatici rientrano Revolutionary Road di Sam Mendes, The Millionaire di Danny Boyle e The Reader di Stephen Daldry (tutti con 4 nomination, come Vicky Cristina Barcelona di Woody Allen).
Sean Penn (Milk), Leonardo Di Caprio (Revolutionary Road), Frank Langella (Frost/Nixon), Brad Pitt (Il curioso caso di Benjamin Button) e Mickey Rourke (The Wrestler) i cinque attori candidati per la migliore interpretazione maschile in un film drammatico, mentre tra i non protagonisti spicca la nomination postuma per Heath Ledger, joker ne Il cavaliere oscuro di Christopher Nolan, totalmente ignorato per le altre categorie. Sul fronte delle attrici, attenzione a Meryl Streep, candidata sia come miglior protagonista in un film drammatico (Doubt) che in una commedia/musical (Mamma mia!).
L’Italia sorride per Gomorra, candidato come Miglior Film straniero (insieme all’israeliano Valzer con Bashir, al tedesco La banda Baader Meinhof, allo svedese/danese Everlasting Moments e al francese I’ve Loved You so Long): è dal 2000 che un film italiano non è candidato ai golden globe (quell’anno toccò a Malena di Giuseppe Tornatore), e dal 1989 che non vince (Nuovo Cinema Paradiso, sempre di Tornatore). Wall.E non va oltre le nomination per Miglior film d’animazione (con Bolt e Kung Fu Panda) e Miglior canzone originale: segnale importante, soprattutto in vista degli Oscar, considerando la possibilità che il film Pixar (ma anche Gomorra, distribuito sul territorio USA in tempo utile) si diceva da più parti potesse concorrere anche per le categorie maggiori.
Tra i grandi esclusi, Gran Torino di Clint Eastwood, candidato solo per la Miglior canzone originale, mentre Changeling concorre per la migliore attrice protagonista (Angelina Jolie) e la miglior colonna sonora (composta dallo stesso Eastwood).

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy