Giù il sipario sulle Giornate

Sorrento ci saluta e dà appuntamento all'anno prossimo: gran finale con Martone e i listini di Warner e Lucky Red
2 Dicembre 2010
Giù il sipario sulle Giornate

Le Giornate Professionali del Cinema di Sorrento si sono chiuse con la consegna del premio Fac (Comitato per la diffusione del film d’arte e cultura) al regista Mario Martone per Noi credevamo, e i Biglietti d’Oro agli esercenti, assegnati dall’Anec alle sale monitorate da Cinetel che hanno venduto più biglietti nell’anno cinematografico 2009-2010. (1 dicembre 2009 – 30 novembre 2010). Per i multiplex con più di 15 schermi vince The Space Cinema Roma Parco De’ Medici; per i multiplex da 8 a 14 schermi riceve il premio l’UGC Cinè Citè Porta di Roma; mentre il complesso con almeno 8 schermi con la media a schermo più alta è The Space Cinema Napoli. Per gli altri complessi, i premi vengono attribuiti alla monosala, alla multisala da 2 a 4 schermi e alla multisala da 5 a 7 schermi, secondo diverse fasce di popolazione. Per le monosale vengono premiati i cinema Armida di Sorrento (località fino a 50 mila abitanti), Odeon di Vicenza (da 50 mila a 200 mila), Arlecchino di Bologna (da 200 a 500 mila), King di Palermo (oltre 500 mila). Per le multisale da 2 a 4 schermi ricevono il premio il Multiplex Giometti di Matelica (località fino a 50 mila abitanti), l’Odeon di Pisa (da 50 mila a 200 mila), il Capitol di Bologna (da 200 a 500 mila), l’Anteo Spazio Cinema di Milano (oltre 500 mila). A vincere il premio per le strutture da 5 a 7 schermi sono la Multisala King di Lonato (località fino a 50 mila abitanti), The Space Cinema Grosseto (da 50 mila a 200 mila), Multisala Galleria di Bari (da 200 a 500 mila), Reposi di Torino (oltre 500 mila). Poco prima in mattinata – caratterizzata dall’anteprima nazionale di Le cronache di Narnia: il viaggio del veliero di Michael Apted, in versione 3D – si erano tenute le ultime due convention della manifestazione. Paolo Ferrari, presidente della Warner Bros Italia, che quest’anno raccoglie i frutti delle strategie perseguite raggiungendo per la prima volta un fatturato di 1 milione di euro, ha introdotto il suo listino partendo dalle prime immagini de La bellezza del somaro di Sergio Castellitto che dice di aver voluto girare il film che lui stesso avrebbe voluto vedere al cinema. “È una commedia divertente in tre dimensioni, dove la terza dimensione è l’intelligenza”. Nel listino 2011 della Warner spazio anche a Il rito di Mikael Hafstrom con Anthony Hopkins, Parto col folle di Todd Phillips con Robert Downey Jr., Unknown – senza identità di Jaume Collet-Serra con Liam Neeson, e Hereafter di Clint Eastwood con Matt Damon. Ha seguito la convention Lucki Red che nel 2011 distribuirà tra gli altri La donna che canta-Incendies di Denis Villeneuve e Venere nera di Abdellatif Kechiche.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy