Box Office, Greenland in vetta

Buon debutto per il disaster movie con Gerard Butler, che scalza dal primo posto Il giorno sbagliato con Russell Crowe. Completano il podio Lacci e Lasciami andare. Sei italiani in top ten
12 Ottobre 2020
Business, In evidenza
Box Office, Greenland in vetta

In lieve crescita il botteghino italiano, che nell’ultimo fine settimana ha registrato complessivamente 2.326.790 euro (circa il 3% in più rispetto al precedente weekend) e 359.001 biglietti venduti.

Con 725.807 euro in quattro giorni, Greenland debutta subito in testa alla top ten. Il disaster movie con Gerard Butler, presente su 428 schermi, raggiunge una media per copia di 1.696 euro e scalza dalla vetta Il giorno sbagliato, che subisce un calo di -62% e scende in sesta posizione (ma con 132.729 supera la soglia del milione: 1.088.791 euro).

Lasciami andare

194.839 euro per Lacci, che, al secondo posto della classifica, arriva a un totale di 628.006 euro. Ancora Italia in terza posizione: Lasciami andare, al primo weekend di programmazione, porta a casa 178.558 euro.

Buon esordio per Un divano a Tunisi: 155.393 euro assicurano il quarto posto alla commedia, che con gli incassi delle anteprime estive arriva a un totale di 212.242 euro.

Sono quattro gli altri titoli italiani sono presenti in top ten. Quinto posto per Divorzio a Las Vegas, che esordisce al box office con 146.800 euro. Ottava piazza per Padrenostro, che aggiunge altri 107.787 euro per un totale di 900.270 euro. Fanalini di coda della top ten il debuttante Creators – The Past con 69.730 e Burraco fatale, che chiude la classifica con 67.365 euro (268.090 euro finora).

Resiste, in settima posizione, Tenet, che aggiunge 131.204 all’incasso totale e arriva, al momento, a 6.610.475 euro.

Al box office americano il film di Christopher Nolan ha superato i 48 milioni di dollari ma cede il primo posto del weekend a The War with Grandpa con 3,6 milioni di dollari. La commedia con Robert De Niro, Uma Thurman e Christopher Walken uscirà in Italia con il titolo Nonno questa volta è guerra. Si segnala al terzo posto la riedizione di Hocus Pocus: il fantasy del 1993 porta a casa altri 1,1 milioni di dollari.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy