Hocus Pocus

USA - 1993
Nella migliore tradizione dei classici della commedia Disney, tre streghe vissute nel XVII secolo tornano ai giorni nostri per far fuoco e fiamme - in quel di Salem nel Massachusetts - nel momento in cui i loro inquieti spiriti vengono accidentalmente evocati nella notte di Halloween. Accusate di stregoneria e bandite trecento anni prima, le tre diaboliche fattucchiere avevano sempre sperato di poter tornare. Quel giorno è giunto ed il satanico trio si mette all'opera, gettando scompiglio con effetti comici devastanti. Ansiose di riprendere da dove avevano lasciato, devono però superare un ultimo ostacolo per garantirsi l'immortalità, un "triplice" ostacolo che per loro rappresenta anche una meta: il giovane Max Dennison, la sorellina Dani e la bella Allison. Dipende infatti dai tre giovani se l'incantesimo delle streghe si attuerà o si spezzerà definitivamente. Intanto, con occhi di salamandra, zampe di rana e lingue di cane - ed un gatto parlante di nome Binx - le redivive maliarde preparano la pozione magica per momenti di grande divertimento, intenzionate - come sono - ad assoggettare l'intera città al loro tenebroso incanto.
  • Durata: 100'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, FAMILY
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA A COLORI
  • Produzione: DAVID KIRSCHNERS, STEVEN HAFT
  • Distribuzione: BUENA VISTA INTERNATIONAL ITALIA (1994) - WALT DISNEY HOME VIDEO

NOTE

- REVISIONE MINISTERO NOVEMBRE 1993.

CRITICA

"Un pasticcio. In equilibrio difficile tra le angosce e i tentativi, se non di far ridere, almeno di far sorridere, con quel terzetto di streghe al centro che ha sì qualche tratto caricaturale, sottratto ai ricordi del cartoons, ma condotto spesso a sarabande a cavalcioni di scope più vicine all'angoscia che non alla beffa: con grande sconcerto del pubblico infantile. Certo, effetti speciali ce ne sono, non ultimo un gatto che parla grazie a una tecnologia computerizzata, e si vedono morti senza testa vagare per le strade appena usciti dalle loro tombe ma, a parte il raccapriccio (o il fastidio) di certe descrizioni, quasi tutto si affida a ritmi facili, di gusto per metà favolistico e per metà da commedia nera: senza mai un vero risultato sul piano dell'emozione e del coinvolgimento." (Gian Luigi Rondi, 'Il Tempo', 16 gennaio 1994)

"Gli intenti del film vorrebbero essere fortemente demistificanti, sollazzanti e impregnati da massicce dosi di humour più che di horror. Ma la storia, diretta dall'ex regista di videoclip Kenny Ortega, s'ingrippa ben presto dietro a ideuzze poco originali e sfiorite. I teen-agers locali, responsabili della ricomparsa delle streghe, condurranno da soli - non creduti da nessuno - la battaglia contro le forze malefiche, aiutati solo da un gatto nero parlante." (Fabio Bo, 'Il Messaggero', 17 gennaio 1994)

"Anche se fragilmente sceneggiato e diretto senza gran brio e inventiva dall'ex coreografo Kenny Ortega, 'Hocus Pocus' (è una formula magica tipo Abracadabra) è simpatico per il suo stare in bilico fra fantasia gotica e commedia farsesca. Soprattutto quando sono in scena le Sanderson, saporosamente interpretate da Bette Midler, Sarah Jessica Parker e Kathy Najimy, che sembrano divertirsi molto, rimestando pozioni e volando a cavallo della scopa, a recitare il loro ruolo di megere che nessuno nella Salem del '93 prende sul serio." (Alessandra Levantesi, 'La Stampa', 17 gennaio 1994)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy