Bollywood a Monte-Carlo

In anteprima al Festival de la Comédie Matrimoni e pregiudizi, il nuovo film di Gurinder Chadha
3 Novembre 2004
Bollywood a Monte-Carlo

Sarà presentato in anteprima al Festival de la Comédie di Monte-Carlo Matrimoni e pregiudizi, la nuova commedia diretta dalla regista indiana  Gurinder Chadha (Sognando Beckham) e liberamente inspirata al romanzo di Jane Austen Orgoglio e pregiudizio. Interpretato dalla diva di Bollywood ed ex Miss Universo Aishwarya Rai, il film ha sbancato i botteghini britannici incassando in poco meno di un mese 10 milioni di euro e in Italia uscirà a Natale. Matrimoni e pregiudizi è il primo dei quattro Gala Screenings in cartellone alla manifestazione monegasca: il film sarà presentato il 9 novembre, mentre nei giorni successivi sarà la volta di A Boire di Marion Vernoux con Emmanuelle Béart, Confituur di Lieven Debrauwer e 13dici a tavola di Enrico Oldoini con Giancarlo Giannini e Kasia Smutniak. Il festival ideato e diretto da Ezio Greggio si inaugura l’8 novembre con un concerto di Laura Pausini, sotto l’Alto Patronato del Principe Alberto di Monaco e con il patrocinio di Cinecittà Holding, e come ogni anno il padre della commedia all’italiana Mario Monicelli ne presiede il comitato artistico. Ospiti d’eccezione di questa quarta edizione della manifestazione saranno l’attrice francese Micheline Presle, indimenticabile interprete de Il diavolo in corpo (1946) di Claude Autant-Lara, Carlo Verdone, Leonardo Pieraccioni, Giuliano Gemma, Massimo Ranieri, Massimo Boldi, Enrico Vanzina e Nancy Brilli. Otto le commedie in concorso: One Dollar Curry di Vijay Singh (Francia-India), Cosas que hacen que la vida valga la pena di Manuel Gómez Pereira (Spagna), Männer wie wir di Sherry Hormann (Germani), April’s Shower di Trish Doolan (Usa), Made in Estonia di Rando Pettai (Estonia), Seres Queridos di Dominic Harari e Teresa Pelegri (Argentina-Spagna), Shouf Shouf Habibi di Albert ter Heerdt (Olanda) e l’italiano Miracolo a Palermo di Beppe Cino con Maria Grazia Cucinotta. A decretare il vincitore sarà una giuria internazionale presieduta dal regista e sceneggiatore francese Jean-Loup Hubert e composta dagli attori Cécile Cassel, Raquel Sueiro e Christopher Buchholz. “Il programma – dice Ezio Greggio – rappresenta tutte le tendenze internazionali nell’ambito della commedia cinematografica, sociale, rosa, giallo-rosa, comica, grottesca, melò, reale, surreale”. Il festival renderà poi omaggio a Vittorio Gassman con la proiezione quotidiana del cortometraggio Caro Vittorio di Marco Risi.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy