Ben Hur all’amatriciana

Domani primo ciak al Colosseo per Benur di Massimo Andrei: tra immigrati e sfruttatori, rivive la magia delle bighe
14 Settembre 2011
Ben Hur all’amatriciana

Da domani, si girano a Roma al Colosseo le scene clou del film Benur, con le spettacolari azioni di inseguimento da parte delle gazzelle della polizia della biga in fuga, con tanto di centurioni. Alle prese con le autorità in abiti da antico romano, c’è Milan, immigrato clandestino bielorusso (Paolo Triestino) che per guadagnarsi da vivere si ingegna facendosi fotografare dai turisti e per sbaragliare la concorrenza, “sfruttando” il suo passato da ingegnere, costruisce una vera e propria biga. In realtà Milan è un dipendente di Sergio (Nicola Pistoia), ex stuntman del cinema, invalidato, che per sbarcare il lunario si arrangia con lavori fantasiosi, così come la sorella Maria (Elisabetta De Vito) che lavora per una hot line erotica.
I tre attori sono gli stessi interpreti dello spettacolo teatrale Ben Hur di cui si innamorò la produttrice Flavia Parnasi che ha voluto farne un film e per il quale ha scelto il regista Massimo Andrei (Mater Natura).
“Girare al Colosseo è veramente straordinario – dichiara la Parnasi – e di questo ringrazio la responsabile dell’Anfiteatro Flavio, la dottoressa Rea che ci ha dato questa speciale opportunità”.
Benur è prodotto da Flavia Parnasi per la Combo Produzioni e Laura Noia per la Viva Cinematografica in collaborazione con Rai Cinema e con il Patrocinio della Roma&Lazio Film Commission, produzione esecutiva Mario Mazzarotto. La sceneggiatura è di Giovanni Clementi, la fotografia è di Vittorio Omodei Zorini, le scene di Massimiliano Nocente, i costumi di Isabella Rizza e le musiche di Nicola Piovani.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy