Bellaria sperimentale

Giovani, psichiatria e addetti ai lavori. E' la 23ª edizione del festival diretto da Morandini
31 Maggio 2005
Bellaria sperimentale

Spazio a critici, studenti e operatori del cinema. Il Bellaria Film Festival conferma la sua vocazione sperimentale, in occasione della 23a edizione che si svolgerà nella cittadina del riminese, dal 2 al 4 giugno. La manifestazione, diretta da Morando Morandini insieme con Antonio Costa e Daniele Segre, si aprirà con una tavola rotonda sul “senso e il significato dei festival di cinema” e un filmato di montaggio con interviste a numerosi direttori italiani tra cui Alberto Barbera, Giovanni Spagnoletti e Mario Sesti. A indagare i meccanismi produttivi e realizzativi sarà invece “I mestieri del cinema”. Ospiti di questa sezione saranno Serena Dandini, intervistatrice d’eccezione per l’attore Antonello Fassari, lo scrittore e sceneggiatore Domenico Starnone e Pupi Avati. In omaggio al regista de La casa delle finestre che ridono, la consueta “Festa di Compleanno” proporrà La Mazurka del barone, della santa e del fico fiorone, uno dei suoi primi e più originali film. I temi della psichiatria, dell’antipsichiatria e del disagio mentale saranno invece al centro della sezione “Cinema Utile”. Ad affrontarli, oltre al cofondatore di Psichiatria Democratica Agostino Pirella, anche titoli come Matti da slegare, diretto nel 1975 da Marco Bellocchio, Silvano Agosti, Stefano Rulli e Sandro Petraglia, il suo più recente Un silenzio particolare e l’antesignano Regard sur la folie di Marco Ruspoli, datato 1962. 
Si rinnova inoltre il Videomagazine, la cronaca quotidiana del festival realizzata in video da un gruppo di venti studenti universitari e poi montata dagli allievi della Scuola Nazionale di Cinema. Protagonisti del Concorso Anteprima, i giovani troveranno poi spazio anche nel Premio Cinema per la Realtà 2005: tema della prossima edizione, a cui è ancora possibile partecipare scaricando il bando dal sito del festival, e’ “Volontari a Rimini”.  A premiare le opere migliori sarà una giuria di esperti, composta da Mario Monicelli, Domenico Starnone, Aisha Cerami, Bruno Fornara, Antonello Fassari e Umberto Curi. Doppio il riconoscimento previsto quest’anno per la sezione Casa Rossa, riservata alle opere uscite in sala nel 2004. Al tradizionale premio del concorso, si affianca il giudizio dei lettori del settimanale FilmTv, che dovranno esprimersi su 8 titoli: Cartoni animati di Franco e Sergio Citti, Certi bambini dei fratelli Frazzi, La spettatrice di Paolo Franchi, Lavorare con lentezza di Guido Chiesa, Mi piace lavorare di Francesca Comencini, Occhi di cristallo di Eros Puglielli, Volevo solo dormirle addosso di Eugenio Cappuccio e Il vento di sera di Andrea Adriatico.  Completa il cartellone il concorso “150 secondi” dedicato al tema del voto. Giurati d’eccezione che assegneranno il premio al miglior cortometraggio sono gli attori Luciana Littizzetto e Neri Marcore’ e l’editorialista di Repubblica Curzio Maltese.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy