Nero bifamiliare

ITALIA - 2007
Nero bifamiliare
Il microcosmo apparentemente tranquillo e pacato del comprensorio di villette chiamato "Valle Serena", sta per essere sconvolto da una serie di gelosie, rivalse e piccole vendette che vedono coinvolti Marina e Vittorio, una coppia da poco trasferita lì, e i loro vicini di casa, il rumeno Slatko e Bruna, una bellona italiana dalla vita un po' equivoca.
  • Durata: 90'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, NOIR
  • Produzione: RUDOLPH GENTILE, GUGLIELMO MARCHETTI, MARCO DELL'UTRI E RICCARDO NERI PER MOVIEMAX E LUPIN FILM
  • Distribuzione: MOVIEMAX
  • Data uscita 13 Aprile 2007

TRAILER

NOTE

- CANDIDATO AL NASTRO D'ARGENTO 2008 PER MIGLIORI COSTUMI E MIGLIOR COLONNA SONORA.

CRITICA

"Rockstar alla regia: Bob Dylan, David Byrne, Nick Cave, Adriano Celentano, Luciano Ligabue. Fra poco arriva pure Marilyn Manson. E' appena sbarcato invece Federico Zampaglione, leader dei Tiromancino che ha cominciato a dirigere i videoclip del suo gruppo per poi approdare al lungo con 'Nero bifamiliare', un grottesco alla spagnola dove il vicino italiano va vicino all'esaurimento per colpa del vicino rumeno. Colori caldi e accesi alla 'Comunidad' di De la Iglesia (thriller condominiale pure quello) avvolgono la discesa all'inferno di Vittorio (Luca Lionello), ossessionato dall'ambiguo dirimpettaio Slatko e signora. (...) Film scombiccherato, discontinuo, imprevedibile ma anche molto simpatico. Gerini e Lionello bella coppia. Già lunatico in 'Sangue', Lionello qui raggiunge dei picchi di geniale nevrosi espressiva. Attore di classe. Esordio senza botto ma piacevole." (Francesco Alò, 'Il Messaggero', 13 febbraio 2007)

"Federico Zampaglione, un esordiente che si aggiunge a una già lunga schiera. Per fortuna c'è sempre tempo per ripensarci. Almeno a giudicare da 'Nero bifamiliare', commedia giallonera intinta nel grottesco, con velleità di analisi sociale, di cui il multiforme autore, leader della popolare band dei Tiromancino, ha scritto il pretenzioso soggetto, l'asmatica sceneggiatura e le spigliate musiche. (...) La sorpresina conclusiva non sveglia lo spettatore dal letargo, come del resto lo spogliarello (castissimo) della spigolosa microgonnata protagonista Claudia Gerini, guarda caso compagna di Zampaglione. Il basettone Luca Lionello è un'esagerata caricatura, come i troppi caratteristi all'ammasso, tutti a corto di battute decenti." (Massimo Bertarelli, 'Il Giornale', 13 aprile 2007)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy