GLI INNOCENTI PAGANO

ITALIA - 1951
Tornato dalla guerra, Stefano Rella ha trovato vuota la sua casa: la sua bambina è morta, sua moglie se n'è andata con un amante. Mentre gira da un paese all'altro, Stefano va a trovare la fidanzata d'un amico, morto in prigionia, Adriana Sereni. La giovane donna è stata l'amante d'un proprietario terriero, Massimo Artesi: dalla relazione è nata una bambina. Artesi, trovandosi dissestato, ha sposato una giovane e ricca ereditiera. Egli provvede ad Adriana ed alla Bambina, che tiene quasi recluse, mentre fa sorvegliare l'ex amante dal suo fattore, Giovanni. Questi, invaghitosi d'Adriana, le fa la corte, ma ne subisce fiere ripulse. Stefano, che sente viva simpatia per Adriana, entra al servizio d'Artesi, come addestratore dei cani da caccia. Tra Artesi, che vorrebbe prendersi la sua bambina ed allontanare Adriana, Stefano e il fattore le relazioni si fanno tese. Durante una partita di caccia, Giovanni cerca d'uccidere Stefano, ma colpisce mortalmente Artesi nel momento, in cui questi abbraccia la sua bambina. Stefano, che nel frattempo è rimasto vedovo, sposerà Adriana, che ricambia il suo affetto, e la piccola orfana d'Artesi troverà in lui un secondo padre.
  • Genere: DRAMMATICO
  • Produzione: FORTUNATO MISIANO PER ROMANA FILM
  • Distribuzione: ROMANA FILM

CRITICA

"Questo lavoro possiede tutte le carte in regola per un buon successo commerciale (...). La struttura psicologica e gli elementi fondamentali sono in conformità ai canoni che regolano tale genere di produzione (...)". (M. Scaglione, "Hollywood", n. 351 del 1952).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy