Cartagine in fiamme

ITALIA - 1959
Hiram, giovane condottiero cartaginese, costretto ad esiliare dopo la salita al potere della casta dei mercanti, ritorna di nascosto in patria perchè innamorato di Ophir, figlia del Capo del Consiglio. Nel tempio di Baal-Moloch è in corso la cerimonia del sacrificio di Fulvia, una romana prigioniera che ha salvato Hiram nelle battaglie di Numidia contro Roma. Il giovane, pur di salvarla, non esita a rischiare la vita per poi condurla sulla propria nave. Ma Phegor, capo delle guardie di palazzo e avversario di Hiram, raggiunge la nave e nello scontro Phegor ha la peggio, ma riesce a salvarsi. Fulvia, segretamente innamorata di Hiram, lo aiuta a rapire Ophir, che il padre vorrebbe darla in sposa ad un giovane guerriero, Tsour. Durante il rapimento di Ophir, Hiram viene fatto prigioniero. Fulvia, approfittando del fascino che ha su Phegor, con l'aiuto di Sidone e Astarito, devoti a Hiram, riesce a liberare quest'ultimo. Roma intanto inizia l'assalto contro Cartagine, ed Hiram, dopo aver ottenuto dal Consiglio la sua riabilitazione, la difende con coraggio. Ferito, Hiram viene tratto in salvo su di una nave, mentre Fulvia si sacrifica rimanendo sepolta sotto le macerie insieme a Phegor.

CAST

CRITICA

"Realizzando questo "Cartagine in fiamme", Gallone ha voluto creare un film alla De Mille e vi è in buona parte riuscito. Non che il film sia, in complesso, molto superiore alla media delle numerose dello stesso genere che si stanno producendo attualmente in Italia, ma è sicuro che il senso dello spettacolo ha dato al film un certo tono che altri non hanno (...)". (A. Albertazzi, "Intermezzo", N. 3, del 15 febbraio 1960)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy