Weekend al cinema

Moretti nel Caos Calmo, La guerra di Tom Hanks e L'innocenza di Chabrol. Asterix? Alle olimpiadi
8 Febbraio 2008
Weekend al cinema

CAOS CALMO
genere:drammatico
di Aurelio Grimaldi con Nanni Moretti, Valeria Golino, Isabella Ferrari
distrib. 01 Distribution

Il caos calmo è quello in cui vive Pietro Paladini, vedovo. Dopo la prematura scomparsa della moglie l’uomo non fa una piega. Ma la sua è solo una tranquillità di facciata. Pietro sembra in trance, in attesa forse che arrivi il dolore. A sopraggiungere invece sarà un inatteso, intenso risveglio. Tratto dall’omonimo romanzo di Sandro Veronesi, Premio Strega 2006, è il film della chiacchierata scena hard tra Moretti e la Ferrari. Ma è anche il film che rappresenta l’Italia in concorso al 58° Festival di Berlino. Dirige Aurelio Grimaldi.

LA GUERRA DI CHARLIE WILSON
genere: drammatico
di Mike Nichols con Tom Hanks, Julia Roberts
distrib. Universal

Può un uomo solo, sconosciuto alla maggioranza, muovere la Storia? La domanda è retorica, la risposta contenuta già nel titolo. Con La guerra di Charlie Wilson Mike Nichols traduce per il grande schermo l’omonimo libro inchiesta di George Crile. Charlie Wilson era un deputato del Texas che negli anni ’80 fu capace di manipolare l’intero Congresso americano per spingerlo all’intervento indiretto in Afghanistan a favore dei talebani e contro i sovietici. Nessuno ricorda più il suo nome, ma tutti conoscono le conseguenze delle sue azioni. Con Tom Hanks, Julia Roberts e Philip Seymour Hoffman, quest’ultimo candidato all’Oscar come miglior attore non protagonista.


L’INNOCENZA DEL PECCATO

genere: drammatico
di Claude Chabrol con Ludivine Sagnier, Benoît Magimel
distrib. Mikado

Lui: affermato scrittore, consumato dongiovanni, bugiardo. Lei: sensuale, naive, piuttosto incosciente. L’altro: viziato, imprevedibile, anzi completamente fuori di testa. Quello che sulla carta è il più classico dei menage a trois diventa nelle mani del vecchio Chabrol esplosivo ad ampia propogazione. A saltare in aria gli ultimi feticci boghesi: l’amore e l’arte. Con Ludivine Sagnier, Benoit Magimel e François Berléand. Presentato fuori concorso all’ultima Mostra del Cinema di Venezia.

ASTERIX ALLE OLIMPIADI
genere: commedia
di Frédéric Forestier e Thomas Langmann con Clovis Cornillac, Gérard Depardieu, Alain Delon
distrib. Warner Bros.

Terzo adattamento cinematografico del fumetto di Goscinny e Uderzo. Stavolta la coppia Asterix ed Obelix dovranno aiutare il gallo Alafolix a trionfare contro Bruto nelle olimpiadi indette dal re greco Stressakos. In gioco c’è la mano della bella principessa Irina. Costato 78 milioni di euro, il film di Langmann e Forestier, si avvale di un cast interessante che annovera, oltre all’habituè Depardieu, Alain Delon nella parte di un vanitoso Giulio Cesare e i nostri Luca e Paola. Cammei di Zidane e Schumacher. Il gran dispendio di effetti speciali fanno sembrare questo prodotto francese una megaproduzione americana.

30 GIORNI DI BUIO
genere: horror
di David Slade con Josh Hartnett, Melissa George
distrib. Medusa

L’Alaska è avvolta nella notte polare: 30 giorni, tra novembre e dicembre, in cui la regione rimane senza luce solare. Il fenomeno produce sugli esseri umani un effetto ben noto: la depressione. A Barrow però le conseguenze sono di altra natura. Cellulari che vanno in tilt, sabotaggi misteriosi, moria di cani. Chiamato a “far luce” sugli strani avvenimenti, lo sceriffo Eben Oleson scopre presto che il sole non c’entra niente. Dovrà vedersela invece con un branco di assetati vampiri, pronti ad approfittare del buoi per fare incetta di sangue. Tratto dall’omonima graphic novel creata da Steve Niles e Ben Templesmith e diretto da David Slade. Con Josh Hartnett.

NON C’È PIÙ NIENTE DA FARE
genere: commedia
di Emanuele Barresi con Rocco Papaleo, Alba Rohrwacher
distrib. Eagle Pictures

Una commessa, un avvocato, un’ impiegata delle poste, la proprietaria di una tintoria, uno studente, un falegname, due pensionati, un disoccupato. Sono “I Perseveranti” una compagnia amatoriale che ha scoperto nel teatro la via di fuga dalla noia e dalle preoccupazioni quotidiane. Il padrone della struttura dove si esibiscono ha deciso però di sfrattarli. Solo un cavillo legale potrebbe salvarli, alla condizione però di portare in scena lo spettacolo su cui stanno lavorando. Commedia scritta e diretta da Emanuele Barresi. Con Rocco Papaleo e Alba Rohrwacher.    

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy