Padri e figli a Gavi

Il maestro Giuliano Montaldo e l'allieva Carolina Crescentini protagonisti della XII edizione del Festival diretto da Steve Della Casa
9 Luglio 2012
Padri e figli a Gavi
Carolina Crescentini e Giuliano Montaldo

“Un anno molto difficile, a livello generale e in particolare per il mondo della cultura. Chi sopravvive a questo periodo duro, avrà un futuro radioso… Speriamo sia così anche per noi!”. Così Steve Della Casa, direttore artistico insieme a Vittorio Sclaverani, presenta la XII edizione del Festival Internazionale A. F. Lavagnino – Sezione Cinema di Gavi, in programma dal 12 al 14 luglio.
Da anni, il festival alessandrino coniuga 4 grandi passioni: cinema, musica, cibo e calcio.
Il cinema sarà rappresentato da Giuliano Montaldo e Carolina Crescentini, rispettivamente omaggiato e premiata di questa edizione (alla diva di Boris sarà assegnato il Premio Nazionale Musica e Cinema 2012, in virtù di una lunga esperienza nel campo dei videoclip). Il rapporto tra i due ospiti ben rispecchia il sottotitolo di questa edizione, di padre in figlio; prima di calcare il set de L’industriale (2011) – che sarà proiettato il 12 luglio all’abbazia San Remigio di Parodi Ligure – si sono infatti conosciuti al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, in qualità di alunna e insegnante.
La musica vive attraverso il ricordo del maestro Angelo Francesco Lavagnino, “gaviese e grande compositore per più di 150 film italiani tra il ‘48 e il ‘77”, spiega Della Casa. “Quest’anno abbiamo scelto Bravissimo (1955) di Luigi Filippo D’Amico, con Alberto Sordi e il fischio del nostro Maestro”.
Presenti anche nella XII edizione due Master Class: quella di Cinema, Terra D.O.C, tenuta dal documentarista Sandro Carnino, che avrà come obiettivo la documentazione del Festival e quella di Cucina, ideata dallo chef slow food Anna Rivera, che rivisiterà alcuni dei piatti presenti nella filmografia dell’autore di Sacco e Vanzetti (1971).
Infine, spazio al calcio con il Toro Day, giornata dell’orgoglio granata con marcia e conferimento del premio Fotogramma Granata a Carla Maroso, madrina del Museo del Grande Torino e vedova di Virgilio Maroso, tragicamente scomparso a Superga il 4 maggio del 1949. Per ulteriori info consultare il sito dell’Associazione Piemonte Movie – piemontemovie.com – organizzatrice dell’evento.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy