Golden Globe, i pronostici di Variety

Chi vincerà i premi della Hollywood Foreign Press Association? Secondo le previsioni finali sarà trionfo per Nomadland e Sacha Baron Cohen
26 Febbraio 2021
In evidenza, Premi
Golden Globe, i pronostici di Variety
Borat Subsequent Moviefilm

In attesa della premiazione che si svolgerà nella notte tra domenica 28 febbraio e lunedì 1° marzo (qui per leggere tutte le nomination), Variety ha rivelato i suoi pronostici per i Golden Globe, i premi assegnati ogni anno dalla Hollywood Foreign Press Association.

“Quest’anno i Golden Globe – scrive Clayton Davis, giornalista della bibbia dello spettacolo americano e tra i massimi esperti di premi – eserciteranno un’influenza ancora maggiore del solito. Con il voto all’Oscar per i candidati che si terrà dal 5 al 10 marzo, la cerimonia cadrà solo cinque giorni prima delle votazioni dell’Academy”.

“I Globes – continua Davis – avranno più peso perché gli altri premi indicatori dell’Oscar – come Producers Guild, Directors Guild, American Society of Cinematographers e BAFTA – annunceranno le loro nomination mentre saranno in atto le votazioni degli Oscar. E l’American Cinema Editors, da sempre un forte indicatore per i candidati al miglior film, annuncerà le sue nomination dopo la chiusura del periodo di votazione”.

Ecco tutti i pronostici di Variety con i commenti di Davis.

Miglior film drammatico: Nomadland
Nomadland potrebbe entrare nella storia come il primo film diretto da una donna a vincere il premio per il miglior film drammatico”.

Miglior film commedia o musical: Borat Seguito di film cinema
“Sarebbe il primo sequel comico a vincere la categoria dopo l’animazione Toy Story 2 e il primo film da una piattaforma di streaming a vincere”.

Miglior film d’animazione: Soul
“Disney Plus celebrerà la sua prima vittoria al Globe”

Miglior film straniero: Un altro giro (Danimarca)
“Segnerebbe la quarta vittoria per la Danimarca, dopo Ordet (1955), Pelle alla conquista del mondo (1987) e In un mondo migliore (2010)”.

Miglior attore in un film drammatico – Chadwick Boseman – Ma Rainey’s Black Bottom
“Il compianto attore sarebbe il secondo vincitore postumo come attore protagonista in un dramma dopo Peter Finch per Quinto potere (1976)”.

Miglior attore in un film commedia o musical – Sacha Baron Cohen – Borat Seguito di film cinema
“Cohen sarebbe il primo attore a vincere per un sequel, interpretando lo stesso personaggio”.

Miglior attrice in un film drammatico – Carey Mulligan – Una donna promettente
“Mulligan sarebbe la prima attrice di origine britannica a vincere questo premio dai tempi di Kate Winslet per Revolutionary Road (2008)”.

Miglior attrice in un film commedia o musical – Maria Bakalova – Borat Seguito di film cinema
“Sarebbe la terza persona a vincere il premio per una performance di debutto dopo Barbra Streisand in Funny Girl (1968) e Julie Andrews in Mary Poppins (1964)”.

Miglior attore non protagonista – Sacha Baron Cohen – Il processo ai Chicago 7
“Se Cohen riuscisse a vincere in questa categoria e per Borat sarebbe il primo attore a vincere due premi per larecitazione nella stessa notte. Quattro donne hanno raggiunto l’impresa: Sigourney Weaver nel 1987, Joan Plowright nel 1993, Helen Mirren nel 2007 e Kate Winslet nel 2008″.

Miglior attrice non protagonista – Olivia Colman – The Father
“Se vincerà qui e per la sua interpretazione in The Crown, avrà ottenuto cinque premi su cinque candidature in carriera”.

Miglior regista – Chloé Zhao – Nomadland
“Zhao sarebbe la seconda regista donna vincitrice dopo Barbra Streisand per Yentl del 1983 (Streisand non ricevette la nomination all’Oscar)”.

Nomadland

Miglior sceneggiatura – Aaron Sorkin – Il processo ai Chicago 7
“Sorkin è già lo sceneggiatore più nominato nella storia di questa categoria; se vincerà, si unirà a Robert Bolt e Quentin Tarantino come il più premiato, con tre vittorie”.

Miglior colonna sonora originale – Trent Reznor, Atticus Ross – Mank
“Già vincitori con The Social Network (2010), se vincono per Mank saranno i primi compositori premiati per un film in bianco e nero da The Artist del 2011″.

Miglior canzone originale – “Tigress & Tweed” – The United States vs. Billie Holiday
“Andra Day sarebbe il primo vincitore in questa categoria per uno streamer e segnerà la terza volta che una squadra di cantautori neri vincitori del globo non ottiene una nomination all’Oscar, dal momento che non è riuscita a entrare nella rosa dei candidati”.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy