TRE SOTTO IL LENZUOLO

ITALIA - 1979
TRE SOTTO IL LENZUOLO
1º EPISODIO: SABATO MATTINA. Andrea, felice per la prospettiva di una giornata da passare in casa oziando, vorrebbe spassarsela con la moglie Giulia. Con una scusa e una lauta mancia allontana la domestica Rosita, ma la moglie inizia un'interminabile serie di telefonate. Seccato, finisce nel letto di Anita, una disponibile vicina. 2º EPISODIO: NO, NON E' PER GELOSIA. Giorgio Mori, rispondendo a una telefonata radiofonica, consiglia a Vittorio di non avere paura d'incontrare il secondo marito della ex moglie. Vittorio, che è il primo marito di Irene, ora moglie di Giorgio, si piazza in casa Mori. Tuttavia, anzichè rivaleggiare tra di loro, Giorgio e Vittorio fanno amicizia e congiurano contro Irene per farla ingelosire: Va a finire che Irene farà gli occhi dolci al garzone del droghiere. 3º EPISODIO: L'OMAGGIO. Il signor Sgarbozzi si trova in un albergo per trattare un affare terriero con un cardinale. questi, per addolcirlo, gli dice che troverà in camera un regalo. Sgarbozzi, invece, vi trova Sidny, una bella ragazza americana che ha litigato con il marito Johnny. Tratto in inganno, Sgarbozzi tente di conquistare quella che crede essere l'omaggio del Cardinale. L'arrivo della moglie Olga provoca la vendetta della stessa che, reputandosi tradita, si concede a Brunetti, il segretario dell'eminenza.
  • Durata: 93'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, EROTICO
  • Specifiche tecniche: COLORE - PANORAMICO
  • Produzione: PRODUZIONE ATLAS CONSORZIATE
  • Distribuzione: P.A.C. DIF - LINEAFILM
  • Vietato 14

NOTE

IL FILM E' COMPOSTO DA TRE EPISODI: "SABATO MATTINA" E "L'OMAGGIO" DI MICHELE MASSIMO TARANTINI E "NO, NON E' PER GELOSIA" DI PAOLO DOMINICI.

CRITICA

"Con la consunta formula degli episodi, la commedia all'italiana va sempre più in basso e finisce per ristagnare in un insulso quanto immorale gioco di infedeltà coniugali. Nonostante la presenza di buoni attori, gli episodi sono a tutto beneficio delle epidermidi femminili, ampiamente offerte ai "guardoni", mentre i partner maschili tentano di fare spettacolo dimenandosi goffamente nei banali equivoci e facendo stupidi discorsi di sesso con la leggerezza di elefanti." (Segnalazioni cinematografiche, vol. 88, 1980)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy