Testa o croce

ITALIA - 1982
I episodio: "La pecorella smarrita". Don Remigio, viceparroco di un paesino, entrato in seminario da ragazzino dopo aver subito un incidente, mentre si reca in treno a Varese riceve un fortuito colpo in testa in un momento in cui si trova senza tonaca, e perde la memoria. Nell'occasione incontra una ragazza e tra i due nasce l'amore. Quando viene ritrovato e ricondotto alla sua parrocchia, don Remigio si accorge di volere ancora l'amore di Teresa, ma un nuovo colpo in testa gli farà dimenticare l'amore. II episodio: "Il figlio del Beduino". Beduino, operaio asfaltista rozzo e fiero della sua virilità, sospetta che il figlio sia un omosesauale. La cosa lo sconvolge al punto che, nel cercare una qualche "medicina" per guarire il figlio, racconta al medico di essere lui stesso un omosessuale. Quando scopre però che il figlio è sensibile alle attenzioni di Stefania, la donna con cui Beduino vive, l'operaio torna finalmente a respirare.

CAST

CRITICA

Film diviso in due episodi che non brilla particolarmente né per spirito né per divertimento, né per bersaglio raggiunto Renato Pozzetto si ripete. Meglio Nino Manfredi che in un solo sketch riscatta tutto il film. (Laura e Morando Morandini, Telesette) Episodi, sempre episodi e sempre con gli stessi argomenti: sesso in tutte le salse, equivoci, doppi sensi, virilità e una spruzzata di clero. E meno male che Nanny Loy ha la mano più leggera di tanti suoi colleghi. (Francesco Mininni, Magazine italiano tv) Due barzellette senza vera comicità ma solo un mare di volgarità, allusioni e doppi sensi (Paolo Mereghetti - Dizionario dei film).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy