PSYCOSISSIMO

ITALIA - 1961
Ugo, Raimondo e Marcella sono tre attori specializzati in brevi scene di carattere poliziesco che nessun impresario accetta. Un marito, afflitto da una consorte perfida ed infedele, assistendo casualmente alla recitazione dei tre e scambiando Ugo e Raimondo per due assassini di professione, propone loro di liberarlo della moglie dietro lauto compenso. I due accettano l'incarico, decisi ad imbastire un finto assassinio e dileguarsi non appena pagati. Ma anche la donna, oggetto della macchinazione, ha un suo piano: quello di disfarsi del marito, con la complicità dell'amante. Morto il mandante, Ugo e Raimondo vengono a trovarsi così tra due fuochi: la polizia, da una parte, li crede colpevoli e gli omicidi, dall'altra, intendono liberarsi del due malcapitati e incomodi testimoni. Quando la sorte sembra ormai segnata per gli sfortunati attori, sul punto di essere inghiottiti da un enorme tritacarne (la scena finale si svolge in un salumificio) e trasformati in salumi, giunge tempestivamente la polizia avvertita da Marcella. Nel tritacarne finiranno gli assassini.

CAST

NOTE

- MUSICHE DIRETTE DA: PIER LUIGI URBINI.

CRITICA

"[...] Solo lato positivo nel mestiere di Steno [...]". (V. De Carlo, "La Notte", 2/3/1961).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy