Per un pugno di dollari

ITALIA, GERMANIA OCCIDENTALE, SPAGNA - 1964
Joe, un solitario pistolero, arriva a San Miguel, una cittadina al confine tra il Messico e gli Stati Uniti, dove due famiglie, i Rojo e i Morales, si fanno la guerra da anni per il monopolio del contrabbando di alcool e di armi. In un complicato gioco di delazioni, di colpi di mano, di indagini, Joe aizza gli uni contro gli altri, sperando che si eliminino a vicenda. Scoperto da uno dei Rojo, Joe viene torturato senza pietà. Riuscito a fuggire, tornerà a San Miguel per vendicarsi spietatamente dei Rojo, dopo che questi hanno massacrato l'intera famiglia dei Morales.

CAST

NOTE

- E' IL PRIMO WESTERN DI SERGIO LEONE, E IL PRIMO INCONTRO CON CLINT EASTWOOD E ENNIO MORRICONE.

- L'IDEA DEL FILM NACQUE DALLA VISIONE, AL CINEMA ARLECCHINO A ROMA NELL'ESTATE DEL 1963, DI 'YOJIMBO (LA SFIDA DEL SAMURAI)' DI AKIRA KUROSAWA.

- NEI TITOLI DI TESTA NON FURONO ACCREDITATI NE' SOGGETTO NE' SCENEGGIATURA.

- CLINT EASTWOOD E' DOPPIATO DA ENRICO MARIA SALERNO E GIAN MARIA VOLONTE' DA NANDO GAZZOLO.

- LA VERSIONE RESTAURATA - PROMOSSA DA FONDAZIONE CINETECA DI BOLOGNA, UNIDIS JOLLY FILM, THE FILM FOUNDATION, HOLLYWOOD FOREIGN PRESS ASSOCIATION E REALIZZATA DAL LABORATORIO L'IMMAGINE RITROVATA - E' STATA PRESENTATA COME FILM DI CHIUSURA AL 67. FESTIVAL DI CANNES (2014) ED E' STATA RIPROPOSTA NELLE SALE ITALIANE COME PARTE DEL PROGETTO "IL CINEMA RITROVATO. AL CINEMA", PROMOSSO DALLA CINETECA DI BOLOGNA.

CRITICA

"Può essere considerato il film che segna il passaggio fra i primi zoppicanti tentativi e un'imitazione più matura e accorta dei temi (...) che hanno fatto la fortuna del western (...) L'aria sorniona del protagonista, la violenza dei pistoleros (...), l'ingenua ma dignitosa interpretazione degli attori (...), l'andatura epica del commento musicale compongono una sorta d'involontaria parodia d'analoghi film americani (...). La compattezza della vicenda (...) crea una macchina che (...) funziona magnificamente." (Leandro Castellani, 'Cineforum', 41, gennaio 1965)

"Ispirandosi al noto film giapponese, 'La sfida del Samurai', l'autore ha dato vita ad un western d'azione, costellato di situazioni tese, cariche di suspense, emozionanti e drammatiche, ricco di colpi di scena, di svolte impreviste, di spunti originali e interessanti. Il film, sostenuto da un ritmo serrato si avvale di un'ottima interpretazione e di un efficace fotografia a colori." ('Segnalazioni cinemtografiche', vol. 57, 1965)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy