LE SIGNORINE DELLO 04

ITALIA - 1954
Il film narra la vita e le vicende di cinque impiegate dei Telefoni di Stato e ce le presenta dapprima ai loro posti di lavoro, nell'atmosfera di febbrile attività che è propria di una centrale telefonica. Quando, finito il turno, si ritorna a casa, ciascuna vi trova un particolare ambiente, diverso da quello delle compagne di lavoro, e particolari preoccupazioni. C'è la ragazza energica e spigliata, figlia di onesti operai, la quale sogna il principe azzurro, che la strappi al suo troppo modesto ambiente: c'è quella, che ha imparato a proprie spese quali siano le conseguenze di un attimo di leggerezza e sa apprezzare un cuore generoso e sincero, anche se batte sotto la tuta dell'operaio. All'idillio sentimentale fra la telefonista e lo studente, che ella vuol salvare dal suicidio si contrappone la relazione molto più pratica e prosaica tra la capoturno e il vedovo di mezz'età, che ella spera di conquistare, sfoggiando non disprezzabili virtù culinarie. La grigia e dura esistenza di una collega sposata che il marito tradisce reca una nota di grande tristezza in quell'ambiente, dove predominano di solito, malgrado tutto, la spensieratezza e la gaiezza della gioventù.

CAST

CRITICA

"Franciolini ha realizzato il film con garbo e scioltezza, senza metterci niente del suo oltre questo impegno di serio lavoro. Le telefoniste non sono che un pretesto per raccontare tante storielline (gli episodi qui si ricompongono in unità, ma il film resta tuttavia episodico) (...) Si parte, ionsomma, da un ambiemte reale che potrebbe prestarsi a un'indagine di ordine umano e sociale, per creare, invece, un tipo di film comico sentimentale che, se si contrappone ai famosi telefoni bianchi, non è detto che in quanto a clima gli sia molto distante." (Luigi Chiarini, "Panorama del cinema contemporaneo 1954/1957" ed. Bianco e Nero, 1957).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy