IL MAGNIFICO CORNUTO

ITALIA, FRANCIA - 1964
Andrea Artusi, constatata la facilità con la quale una moglie può tradire il marito, comincia ad essere assillato dal dubbio che anche Maria Grazia, la sua bella e giovane moglie, possa essergli infedele. Il dubbio si tramuta ben presto in una vera e propria ossessione che lo spinge a comportarsi in modo tanto assurdo nei confronti di Maria Grazia (in realtà fedelissima) da costringerla a rivelargli il nome di un presunto amante. Andrea, al colmo del suo furore, si precipita alla ricerca dell'adultero e rimane ferito in un incidente d'auto. Ricondotto a casa, Andrea ha superato la sua ossessione ed è ormai convinto della fedeltà di Maria Grazia. Ma proprio allora la moglie comincia a tradirlo, intrecciando una relazione con il medico accorso al capezzale del ferito...

CAST

CRITICA

"(...) La commedia (...) a cui il film è ispirato, costituisce (...) una specie di radiografia della gelosia (...). Ma Pietrangeli ha eliminato dal suo film il dolore che determinate situazioni provocano o la pietà che certi uomini ispirano, ed ha puntato tutte le sue carte sullo scherzo plebeo. Ne è risultato un film che riesce magari forzatamente a far ridere, ma senza suscitare un qualsiasi interesse umano verso i personaggi, veri manichini nel gioco da prestigiatore del regista (...)". (G. Leto, "Cineforum", 41, gennaio 1965).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy