Cerasella

ITALIA - 1959
Cerasella, giovane ragazza dal carattere vivace e incline alle bizze, sta per sposare il mite e timido Alfredo ma per un puntiglio fugge pochi istanti prima del matrimonio. Rifugiatasi su di un motoscafo, conosce Bruno, ricco giovane innamorato di Nora, ragazza piena di artifici e interessata. Quando viene ritrovata dal fratello, Cerasella dichiara di non volere sposare Alfredo perché sente di non amarlo. Il padre di Bruno, essendosi reso conto che Nora non ama veramente suo figlio, ma si lascia guidare soltanto dall'interesse, nega il suo consenso al matrimonio; e quando Bruno mostra di non volersi lasciare distogliere dal suo proposito, gli toglie ogni sussidio. Di fronte a questa nuova situazione, Nora rompe il fidanzamento con Bruno, mentre questi è costretto a cercarsi un lavoro. Glielo offre Cerasella nel suo stabilimento, a patto che finga di essere il suo fidanzato. I due finiscono con l'innamorarsi reciprocamente, cosicché la finzione si tramuterà presto in realtà. Accade però che il padre di Bruno dia finalmente al figlio il permesso di sposare Nora, che fa di tutto per riconquistare l'ex fidanzato; per giungere ai suoi fini non esita a calunniare Cerasella, affermando che è una ragazza poco onesta e convalidando le sue affermazioni con prove che sembrano inconfutabili. Bruno, sinceramente addolorato, lascia lo stabilimento e torna da Nora. Ma il papà di Bruno, attraverso un colloquio con Cerasella, giunge alla convinzione che quest'ultima è una ragazza di sani principi, mentre scopre le disoneste macchinazioni di Nora. Egli spinge quindi il figlio ad abbandonare la frivola ragazza, e a sposare la brava Cerasella.

CRITICA

"Ispirato ad una nota canzone di successo "Cerasella" narra una debole storia di ripicche sentimentali di cui è facile prevedere la conclusione fin dalle prime scene. Il film, realizzato con poca convinzione, ha forse il solo merito di rivelare una nuova attrice, Claudia Mori, che sembra avere buone possibilità anche per iflm più impegnati". (U. Tani, "Intermezzo", 4-15 marzo 1960)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy