Mickey Rourke (Philip Andrew Rourke)

SCHENECTADY, New York (USA), 16 Settembre 1956
 

BIOGRAFIA

Mickey Rourke
Attore. Da ragazzo si trasferisce con la famiglia a Miami Beach. Qui durante il liceo frequenta i corsi di recitazione di Jay Jenson, a cui partecipano anche i futuri divi Andy Garcia e Brett Ratner. Nello stesso periodo comicia ad appassionarsi alla boxe e disputa una ventina d'incontri a livello amatoriale, di cui 17 vinti per ko. L'attore, anche se non riesce a sfondare in questo sport, continua a praticarlo per molto tempo: nel 1991 diventa addirittura professionista, anche se poi nel 1995 decide di ritirarsi. Debutta sul grande schermo nel 1979, in un ruolo marginale, con il film di Steven Spielberg "1941: allarme a Hollywood". L'anno dopo lavora per Michael Cimino in "I cancelli del Cielo" e nel 1981 in "Brivido caldo" di Lawrence Kasdan dove colpisce l'immaginario femminile. Grazie al suo talento e al suo aspetto sfacciato Francis Ford Coppola lo vuole con sé per "Rusty il selvaggio" (1983). La sua carriera è in ascesa: due anni dopo arriva il grande successo de "L'anno del dragone" sempre con Cimino ma è nel 1986 che diventa un sex-symbol grazie al film "Nove settimane e 1/2" con Kim Basinger. L'anno dopo, invece, lo consacra come eroe maledetto in "Angel Heart - ascensore per l'inferno" di Alan Parker, dove interpreta un detective privato alle prese con un mefistofelico Robert De Niro. Nel 1990 durante le riprese di "Wild Orchid" si innamora dell'ex top model, alla sua prima prova d'attrice, Carré Otis. Il loro rapporto si trasforma in matrimonio nel 1992 e durerà fino al 1998 tra litigi violenti e focose riappacificazioni ma, soprattutto sarà dominato dalla reciproca distruttività, tra alcol e droghe varie. L'attore, pur continuando ad apparire in almeno un film all'anno, entra in una spirale discendente in cui, tornato alla boxe per necessità economiche, riesce a farsi distruggere il volto. Con una serie di interventi di chirurgia plastica riesce, però, a ritrovare se stesso e a uscire dal tunnel. Nel 2003 recita insieme ad Antonio Banderas e Johnny Depp in "C'era una volta il Messico" di Robert Rodriguez. Sempre per Rodriguez lavora nel film "Sin City" (2005), insieme a Bruce Willis e Benicio Del Toro. In seguito riesca a tornare nello star system e nel 2008 con il film 'The Wrestler' che vince il Leone d'oro a Venezia, che racconta una storia di distruzione e resurrezione simile alla sua, ottiene il Golden Globe 2009 come protagonista di un film drammatico e la candiadatura all'Oscar.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy