Fiorenzo Fiorentini

ROMA, 10 Aprile 1920
ROMA, 27 Marzo 2003
 

BIOGRAFIA

Attore Personaggio poliedrico ma attivo soprattutto in teatro (anche se può vantare la scrittura di canzoni come 'Cento campane', 'Ho giocato tre numeri al lotto' e 'Vengo anch'io. No, tu no!', con Enzo Jannacci), ultimo erede dell'avanspettacolo e del varietà, comincia a respirare l'aria dello spettacolo a sei anni, quando la madre lo porta di nascosto alla 'Sala Umberto' di Roma e al 'Salone Margherita' di Napoli. Debutta nel 1946 alla radio come autore e attore. Partecipa a numerose altre trasmissioni fra le quali 'Rosso e nero' e 'Che passione il varietà', con Mario Riva, Alberto Sordi e Claudio Villa. A teatro muove i primi passi con la rivista 'Tutto fa Broadway' (1954). Nel 1969 ripropone lo schema comico di Petrolini, rispolverando personaggi come 'Gastone'. Soprattutto a Roma la sua attività non conosce soste: nel corso dell'estate si esibisce al Giardino degli Aranci sull'Aventino. Nel 1980 fonda il Centro Studi 'Ettore Petrolini' per lo spettacolo popolare romano e istituì il premio 'Aldo Fabrizi'. Per la tv interpreta gli sceneggiati 'La storia' (di Luigi Comencini) ed i serial 'Villa Arzilla' (regia di Gigi Proietti) e 'L'avvocato Porta', 'La notte di Pasquino' (di Luigi Magni) e 'Un medico in famiglia'. In ambito cinematografico fra le sue interpretazioni (oltre cento) sono da ricordare 'L'ultimo sapore dell'aria', 'Er più', 'Teresa la ladra' e 'Amore a prima vista'. La sua ultima interpretazione teatrale è dell'estate 2002 in 'Casina'. Muore in un ospedale di Roma, dove era ricoverato da oltre due mesi.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy