Anton Giulio Majano

CHIETI (ITALIA), 5 luglio 1909
MARINO (Roma) ITALIA, 12 agosto 1994
 

BIOGRAFIA

Regista. Considerato il padre del teleromanzo, fin da giovane dimostra la sua predilezione per la letteratura. Condivide questa passione con l'amore per i cavalli, frequentando l'Accademia militare di Modena. Ufficiale effettivo, collabora a giornali e riviste, pubblica due romanzi e allo scoppia della seconda guerra mondiale viene inviato in Africa. Tornato in Patria, prende parte alla Resistenza, comandando una formazione partigiana. Dopo lo sbarco degli alleati e la liberazione del sud della Penisola da Bari trasmette il programma radiofonico 'Italia combatte'. Nel 1949 debutta alla regia con il film 'Vento d'Africa'. Nel 1955, a poco meno di un anno dall'inizio delle trasmissioni tv, inventa il 'teleromanzo a puntate' con la regia di 'Piccole donne'. Il successo è così grande che Majano è costretto a girare una non prevista quinta puntata. Parte da allora una serie di successi (quasi uno l'anno) lunga oltre venti anni: tra gli altri sono da ricordare 'L'isola del tesoro', 'Una tragedia americana', 'La cittadella', 'La freccia nera', 'Marco Visconti', e due cicli di 'Qui Squadra Mobile'. Majano lavora anche per la radio (con un ciclo di romanzi di Simenon) e per il cinema, dove la sua produzione più importante è 'La domenica della buona gente' (1954).

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy