Novità in sala

C'è Sole alto al cinema, tra Fuga dal Pianeta terra, La foresta dei sogni e La memoria dell'acqua
Novità in sala
10 Cloverfield Lane (2016)

SOLE ALTO
TUCKER FILM – 37 SALE
Premiato a Cannes, dalla giuria della sezione Un certain regard, e candidato al Premio LUX del Parlamento europeo, Sole alto racconta l’amore fra un giovane croato e una giovane serba. Un amore che Dalibor Matanić moltiplica per tre volte nell’arco di tre decenni consecutivi: stessi attori (Tihana Lazović è affiancata da Goran Marković) ma coppie diverse, dentro il cuore avvelenato di due villaggi balcanici.

LO STATO CONTRO FRITZ BAUER
CINEMA – 50 SALE
Dopo Il Labirinto del silenzio, un altro film diretto da un giovane regista di origini italiane cresciuto in Germania che rivela reticenza e omertà filonaziste a Berlino dopo la guerra. È lo Stato stesso a nascondere il suo terribile passato. Ma il procuratore Fritz Bauer non può accettare che uomini come Eichmann si godano la vita liberi e tranquilli. Per scovarlo attiva ogni possibile mezzo e fa di tutto. Perfino rivolgersi al Mossad israeliano. Alto tradimento o gesto estremo per scuotere le coscienze e ottenere giustizia? Lo Stato contro Fritz Bauer, il film sull’instancabile cacciatore di nazisti, ha ricevuto il maggior numero di candidature, ben 9, ai Lola Awards, i premi attribuiti dall’Accademia germanica per il Cinema, una sorta di Oscar tedesco e che vengono attribuiti il 27 maggio.

LA COPPIA DEI CAMPIONI
NOTORIUS PICTURES – 300 SALE
Nel nuovo film di Giulio Base due persone completamente diverse, il Dott. Piero Fumagalli (Massimo Boldi) Capo marketing dell’azienda e Remo Ricci (Max Tortora) magazziniere detto anche Er Zotta, vincono un viaggio a Praga. I due si troveranno ad atterrare d’emergenza in Slovenia e da qui inizia il loro road trip per arrivare a Praga. Tra divertenti equivoci e sfortunati episodi i due si troveranno a fare amicizia.

LA FORESTA DEI SOGNI
LUCKY RED – 260 SALE
Sono l’amore e il rimorso a condurre Arthur Brennan (Matthew McConaughey) all’altro capo del mondo, in Giappone, nella foresta fitta e misteriosa di Aokigahara, nota come “la foresta dei sogni”, situata alle pendici del Monte Fuji. Un cammino di riflessione e di sopravvivenza che conferma la voglia di vivere di Arthur e gli fa riscoprire l’amore per la moglie (Naomi Watts).

THE DRESSMAKER – IL DIAVOLO E’ TORNATO
EAGLE PICTURES – 280 sale
Il Premio Oscar Kate Winslet torna nel suo paesino natale che anni prima si era coalizzato contro di lei per cacciarla via. Diventata una stilista affermata, la ragazza ha tutta l’intenzione di regolare qualche vecchio conto in sospeso.

FUGA DAL PIANETA TERRA
01 DISTRIBUTION -250 SALE
Il celebre astronauta Scorch Supernova si ritrova intrappolato dalle forze del male sul lontano “Pianeta oscuro” (anche conosciuto come Terra) e soltanto il fratello nerd, Gary, può salvarlo…
“Fuga dal Pianeta Terra”, diretto da Callan Brunker, con una sceneggiatura di Brunker e Bob Barlen, basato su una storia di Tony Leech e Cory Edwards.

LA MEMORIA DELL’ACQUA
I WONDER PICTURES – 15 SALE
Un bottone di madreperla incrostato nella ruggine di una rotaia in fondo al mare: è una traccia dei desaparecidos di Villa Grimaldi a Santiago, il grande centro cileno di detenzione e tortura sotto la dittatura di Pinochet. Un fiume che scorre e il tintinnio delle cascate: è la canzone dell’acqua alla base della cultura dei Selknams, popolazione nativa sudamericana trucidata dai colonizzatori. Due massacri, e la memoria dell’acqua: sono le chiavi narrative per raccontare la storia di un Paese e delle sue ferite ancora aperte, per percorrere il Cile e la sua bellezza, il Cile e la sua violenza. In un film eccezionale che affianca la crudezza della storia e la poesia della natura. L’opera più recente del maestro del cinema cileno Patricio Guzmán (Salvador Allende, la trilogia de La battaglia del Cile e Il caso Pinochet), Orso d’Argento per la miglior sceneggiatura alla Berlinale 2015 e Best Film Unipol Award a Biografilm Festival 2015.

ZETA – UNA STORIA HIP-HOP
KOCH MEDIA – 250 SALE
In una Roma che si divide verticalmente tra centro e periferia, ricchi e poveri, famosi e non famosi, Alex/Zeta (Diego Germini), Gaia (Irene Vetere) e Marco (Jacopo Olmi Antinori) sono tre amici poco meno che ventenni con il sogno di sfuggire al destino che la società ha in serbo per loro. La vita di strada, il lavoro al mercato, i casermoni di periferia, la povertà, il piccolo spaccio, il sogno dell’hip hop: questa è la vita per Alex fino a che il sogno non diventa realtà, e lui si trova catapultato nel mondo del rap a giocarsi la sua partita e a far vedere quanto vale. Ma gestire il proprio destino è una faccenda complessa e Alex commette molti errori, fino a ritrovarsi solo, con un successo effimero e senza punti di riferimento. Dovrà affrontare i suoi demoni, la durezza del mondo e la sua confusione per superare la linea d’ombra, imparando ad amare la sua rabbia e riuscendo nell’impresa più difficile: capire fino in fondo cosa desidera.
Zeta è una storia hip hop di formazione, amicizia, amore e riscatto; una corsa a ritmo di rap all’inseguimento dei propri sogni e del proprio destino.

10 CLOVERFIELD LANE
UNIVERSAL PICTURES – 80 SALE
Il nuovo misterioso thriller prodotto da J.J. Abrams. 10 Cloverfield Lane ha ricevuto il plauso della critica internazionale, definito: “Clamorosamente efficace” da Variety e “Brillantemente agghiacciante e, infine, spettacolare” dal New York Times.Un film di Dan Trachtenberg con Mary Elizabeth Winstead (La cosa, Scott Pilgrim vs. the World), John Gallagher Jr. (serie Tv The Newsroom), Mat Vairo (serie Tv Revolution), Maya Erskine (serie Tv Hart of Dixie), Douglas M. Griffin (Terminator Genisys, serie Tv True Detective) e il vincitore del Golden Globe John Goodman (Il grande Lebowski, Flight).

APPENA APRO GLI OCCHI
CINECLUB INTERNAZIONALE – 13 SALE
Pochi mesi prima della Rivoluzione tunisina del 2010, la diciottenne Farah si diploma a pieni voti, riempiendo di gioia ed orgoglio la sua famiglia che, subito, vorrebbe iscriverla alla facoltà di medicina. Ma la giovane studentessa ha altro per la testa. Sogna di studiare alla facoltà di musicologia di Tunisi, continuando a suonare con il suo gruppo rock canzoni a sfondo socio-politico. Assieme al suo compagno e musicista Borhène (Montassar Ayari), Farah canta con coraggio e sensualità canzoni che parlano di sogni infranti e rubati, di generazioni senza futuro e libertà negate. La temerarietà con cui canta canzoni “d’impegno” politico attira immediatamente l’attenzione del regime, quello di Ben Ali. Ma Farah non si arrende.
L’esordio della giovane Leyla Bouzid, Appena apro gli occhi (Canto per la libertà), è stato presentato alle Giornate degli Autori dell’ultima edizione della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, in cui si è aggiudicato il Premio del pubblico ed il Premio Label Europa Cinema.

BENVENUTI…MA NON TROPPO
OFFICINE UBU – 60 SALE
A causa di un inverno particolarmente rigido, il governo francese indice misure speciali, obbligando i cittadini più benestanti ad accogliere in casa propria le persone meno fortunate che non possono permettersi un’abitazione. Un vento di panico si scatena in tutta la Francia, soprattutto al civico 86 di rue du Cherche Midi, dove sorge un lussuoso palazzo dell’area più esclusiva del centro parigino. Proprio qui abitano la famiglia Dubreuil, d’estrazione borghese e conservatrice, e i coniugi Bretzel, intellettuali e radical chic. La monotonia del condominio verrà messa a soqquadro da questa coabitazione forzata, e nel confronto con i senzatetto i protagonisti scopriranno la loro indole più autentica.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy