Caffè Helsinki

Il cinema finlandese sbarca a Milano: fino al 6 giugno, allo Spazio Oberdan, nove film dall'estremo Nord
5 Giugno 2014
Caffè Helsinki

“In questo periodo a Helsinki il sole tramonta per poco, quando ci sono le notti bianche praticamente non dormiamo mai” dice Birgitte Kankaro, direttrice del Consolato di Finlandia a Milano, un’allegra signora bionda con un sorriso bianchissimo.
Forse l’unico luogo davvero buio è la sala cinematografica, per questo non poteva mancare nel programma di Caffè Helsinki, festival della città meneghina dedicato alla cultura finlandese, una rassegna sul cinema finlandese contemporaneo. Allo Spazio Oberdan fino al 6 giugno, in collaborazione con Nordic Film Festival di Roma, Milano Film Festival, Festival Mix Milano e Milano Film Network, verrà proiettata una selezione di nove film dall’estremo Nord finnico.
I padroni i casa saranno i sorprendenti fratelli Aki e Mika Kaurismäki con alcuni titoli della loro filmografia: L’uomo senza passato, Los Angeles senza meta, Miracolo a Le Havre, Le luci della sera e il nuovo atteso film di Mika, La strada verso Nord. Uno dei due, Aki Kaurismäki, passa anche davanti alla cinepresa nel tentativo di argomentare l’origine finlandese del tango, notorimente patrimonio argentino, nel divertente Tango di una notte di mezza estate (Mittsommernachtstango) di Viviane Blumenschein, road movie che segue il viaggio di tre giovani musicisti argentini alla ricerca della verità, tra lezioni di melodie nordiche, fisarmoniche e saune mobili.
Tra le opere della nuova generazione di cineasti l’anteprima di 21 modi per rovinare un matrimonio, commedia di Johanna Vuoksenmaa che racconta le peripezie di una giovane dottoranda e della sua tesi di laurea per dimostrare come il matrimonio per l’uomo contemporaneo sia una condizione innaturale. Sempre in anteprima, Cose che facciamo per amore di Matti Ijäs, dramma sullo sfondo della Lapponia in cui un fotografo incontra la donna della sua vita e scopre fin dove è disposto a spingersi per amore. E infine, Ti racconto tutto di Simo Halinen film sul coraggio di una quarantenne transgender di essere se stessa e compiere le proprie scelte.
Programma dettagliato consultabile sul sito www.caffehelsinki.it.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy