VOGLIO BENE SOLTANTO A TE

ITALIA - 1946
Il celebre tenore Enzo Curti, che ha cantato ripetutamente all'estero con trionfale successo, ritorna in Italia, dove viene scritturato dall'Aurora Film, che gli affida la parte del protagonista di un nuovo lavoro. Recitano insieme a lui una giovane attrice, Lady Lux, e l'attore Badli, di lei innamorato. Anche il tenore fa una corte spietata all'attrice, che l'accoglie benignamente, mentre continua a gradire le premure dell'attore e a civettare con Pasqualino, il segretario di Curti. Ad un certo punto, il tenore, seccato e geloso, sospende la sua collaborazione al film ed accetta un impegno per un festival musicale a Venezia. La lavorazione del film viene sospesa, ma una delegazione di operai, che in conseguenza di ciò sono stati licenziati, si reca alla villa del tenore, pregandolo di render possibile, mediante la sua collaborazione, la ripresa del lavoro. Costui accoglie la preghiera e la lavorazione del film viene ripresa e condotta a termine.

CAST

NOTE

MUSICA DIRETTA DA UGO GIACOMOZZI E NELLO SEGURINI.
NEL FILM SONO INSERITE SCENE DEL FILM "MAMMA" (1940) DI GUIDO BRIGNONE. EMMA GRAMATICA E' DOPPIATA DA LOLA BRACCINI.
BENIAMINO GIGLI CANTA LA CANZONE OMONIMA.

CRITICA

La vicenda è incoerente e il film risulta mediocre. (Segnalazioni Cinematografiche, Vol. XXXVI, 1954).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy