VOCE SENZA VOLTO

ITALIA - 1938
VOCE SENZA VOLTO
Un operaio, che possiede una buona voce di tenore stranamente uguale a quella di un celebre cantante, viene scritturato da una casa cinematografica perché sostituisca nella registrazione il cantante stesso divenuto irrimediabilmente afono. L'operaio non sa nulla di tutto ciò e quando comprende di essere stato ingannato è troppo tardi, perché i termini del contratto che ha concluso lo impegnano al più assoluto riserbo, ma egli può liberarsi da una obbligazione così dannosa mediante una audizione della propria voce che improvvisa in, un albergo alla presenza e in sfida dell'attore cinematografico che egli ha "doppiato".
  • Durata: 66'
  • Colore: B/N
  • Genere: MELODRAMMA
  • Produzione: JUVENTUS FILM
  • Distribuzione: CINF

NOTE

LE ROMANZE DA POERE LIRICHE SONO CANTATE DA GIOVANNI MANURITA.

CRITICA

"(...) La vicenda che assomiglia a tante altre, diventa interessante per l'ambiente in cui si svolge, quell'ambiente cinematografico con dive isteriche, divi panciuti e registi nevrastenici, su cui si appuntano con curiosità i sguardi di cinespettatori. (...)". (Film - Giuseppina Setti, "Il Lavoro" 16/5/1939)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy