Operazione mitra

ITALIA - 1951
Operazione mitra
Stefano, giovane di buona e modesta famiglia, pur essendo ancora onesto, ha delle amicizie poco raccomandabili. Una sera, essendosi fatto prestare del denaro, entra in un locale notturno dove fa la conoscenza di Marisa, che è lì come entraîneuse. Egli si innamora della ragazza, che ricambia il suo sentimento e diviene la sua amante. Ora Stefano, assillato più che mai dal bisogno di denaro, accetta l'offerta, che gli vien fatta, di entrare a far parte di una banda di scassinatori. Essendo stato arrestato il capo della banda, Stefano prende il suo posto: alcuni colpi ben riusciti lo mettono in condizione di far vita dispendiosa e di fare anche dei ricchi doni a Marisa. Dopo qualche tempo Marisa incomincia ad avere dei sospetti sul suo amante e sull'attività da lui svolta, e quando i suoi dubbi divengono certezza, ella scrive una lettera anonima alla polizia e attira Stefano in un tranello. All'ultimo momento si pente, avvisa Stefano e si fa uccidere in sua vece. Un nuovo colpo fallisce per la resistenza degli aggrediti, e la polizia è ormai sulle tracce della banda. Alcuni dei malviventi vengono uccisi, gli altri vengono catturati. Stefano tenta di fuggire imbarcandosi su una nave. Scoperto e ferito dagli agenti, per salvarsi dalla cattura si arrampica su un'alta grù da cui precipita sfracellandosi al suolo.
  • Altri titoli:
    Transito vietato
    L'incubo è finito
  • Durata: 92'
  • Colore: B/N
  • Genere: POLIZIESCO
  • Produzione: MARIELLA LOTTI PER NEVADA FILM - ROBERTA FILM
  • Distribuzione: ENIC

NOTE

RIPRESENTATO NEL 1955 CON IL TITOLO: L'INCUBO E' FINITO.

CRITICA

"Cristallini ha raccontato questa storia tenendo d'occhio i modelli americani: perciò narrazione veloce, dialoghi concitati, brutalità e cinismo sono il lievito dello spettacolo. (...) A Cristallini interessava realizzare una pellicola movimentata con tutti gli ingredienti tipici della formula. (...) Il racconto è ricco di oscurità e approssimazione." (Vice, 'Cinema Nuovo', 55, 25 marzo 1955)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy