Nel segno di Roma

ITALIA, GERMANIA OCCIDENTALE, FRANCIA, JUGOSLAVIA - 1958
Durante l'impero di Aureliano, Zenobia - regina di Palmira - si ribella a Roma, di cui era alleata, e col suo esercito sconfigge e distrugge le truppe romane stanziate nella regione. Anche il console Marco Valerio inviato da Roma, viene sconfitto e fatto prigioniero. Più tardi, con l'aiuto del decurione Giuliano, innamorato di Betsabea, la custode del fuoco sacro, Marco Valerio si sottrae alla prigionia, ed introdottosi nella reggia di Zenobia, dichiara di aver rotto i rapporti con Roma offrendo alla regina i suoi servigi. La regina, innamorata dell'ex condottiero romano, si affida a lui mentre il suo primo ministro ordisce trame per far invadere il regno dai Persiani e togliere il trono a Zenobia. Marco Valerio intanto, dopo aver fatto rapire Betsabea, d'accordo con Giuliano, favorisce la vittoria dell'esercito romano, ai cui capi ha rivelato i piani dei siriani. Anche i persiani vengono sconfitti; il primo ministro è ucciso da Marco Valerio. La regina Zenobia viene tradotta prigioniera a Roma; ma più tardi è liberata in seguito all'intervento di Marco Valerio. Betsabea, nuova regina di Palmira, andrà sposa a Giuliano.

CAST

CRITICA

"Realizzato con notevole larghezza di mezzi e, bisogna riconoscerlo, in maniera dignitosa e decorosamente spettacolare, il film appare tra i più meritevoli di considerazione che la cinematografia italiana abbia prodotto in questo particolare genere "storico". (U. Tani, "Intermezzo", 5,15/3/1959).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy