MIA NONNA POLIZIOTTO

ITALIA - 1958
Alberto sta per sposarsi e attende l'arrivo della ricca nonna che ha sempre provveduto a lui. La vecchietta, energica ed autoritaria, arrivata in città, viene derubata di un medaglione, ricordo del defunto marito, e il fatto la preoccupa talmente ch'ella dimentica il matrimonio del nipote per darsi tutta alla ricerca del gioiello per lei particolarmente prezioso. Poiché le sembra che la polizia non si occupi con molto impegno della faccenda che le sta a cuore, Nonna Tina si mette a fare indagini per proprio conto e combina molti guai. Ella viene arrestata, poi ricoverata in una clinica per malati di mente; ma alla fine scopre la pista giusta e riesce non solo a ricuperare il medaglione, ma anche ad assicurare alla giustizia una pericolosa banda di rapinatori. Alberto può allora sposarsi e Nonna Tina viene nominata colonnello onorario del nuovo corpo di polizia femminile.

CAST

CRITICA

"Promossa ormai da caratterista a 'star', Tina Pica continua ad essere una delle colonne di certa nostra produzione eufemisicamente definita brillante, che tuttavia se fa inorridire le persone dotate di un minimo di buon gusto, ottiene facilmente i consensi del pubblico delle sale rionali e della provincia". (U. Tani, "Intermezzo", 20/21,15/11/1958).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy