LE CALDE NOTTI DI LADY HAMILTON

LES AMOURS DE LADY HAMILTON

FRANCIA, GERMANIA - 1968
Emma Lyon, una graziosa pastorella inglese, viene invitata dal pittore George Rommey a Londra per fare la sua modella. Ambiziosa e desiderosa di diventare una lady, Emma lascia ben presto il suo pigmalione per accettare la corte e la protezione di altri più importanti personaggi dell'alta società londinese. Con l'aiuto del pittore conosce un giovane lord che vuole sposarla, ma essa lo rifiuta per accettare la proposta di matrimonio dello zio di questi, un vecchio e ricco diplomatico, lord William Hamilton, il quale viene nominato poco dopo ambasciatore d'Inghilterra presso il regno di Napoli. Raggiunto il suo scopo, Emma trascorre con il vecchio marito anni sereni. Ma l'arrivo del comandante Orazio Nelson, che Emma aveva visto un paio di volte a Londra, viene a turbare la donna che, innamoratosi dell'ufficiale, ne diventa l'amante. La rivoluzione napoletana però costringe gli Hamilton a tornare a Londra dove il vecchio lord muore mentre Emma dà alla luce una bambina, frutto del suo amore con Nelson. Tornato in patria Orazio si riunisce con Emma, ma poco dopo la minaccia dell'invasione portata dalla flotta franco-spagnola induce la marina inglese a richiamare Nelson il quale durante la battaglia di Trafalgar muore.
  • Altri titoli:
    EMMA HAMILTON
    LADY HAMILTON - ZWISCHEN SCHMACH UND LIEBE
    THE MAKING OF A LADY
  • Durata: 100'
  • Colore: C
  • Genere: DRAMMATICO
  • Specifiche tecniche: PANAVISION, TECHNICOLOR, 35 MM
  • Tratto da: ISPIRATO AL ROMANZO DI ALEXANDRE DUMAS PADRE
  • Produzione: S.N.C. (PARIGI), ALBERTO GRIMALDI PER PEA (ROMA), WOLF C. HARDWIG PER RAPID FILM (MONACO), SOCIETE' NOUVELLE DES ETABLISSEMENTS GAUMONT (SNEG)
  • Distribuzione: PEA

NOTE

- CLAUDIO UNDARI E' ACCREDITATO COME ROBERT HUNDAR, RENATO ROSSINI COME HOWARD ROSS.

- REVISIONE MINISTERO DICEMBRE 1999.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy