La vita privata di Sherlock Holmes

The Private Life of Sherlock Holmes

GRAN BRETAGNA - 1970
La vita privata di Sherlock Holmes
In casa di Sherlock Holmes, detective noto in tutto il Regno Unito (dove le sue avventure - narrate su un periodico dal dottor Watson, suo fido collaboratore e biografo - sono lette persino dalla regina Vittoria), giunge, una notte, una giovane donna in stato di shock. Moglie di un ingegnere belga, misteriosamente scomparso, la donna vuole che Holmes lo ritrovi o accerti, perlomeno, quale sorte gli sia toccata. In compagnia di Watson e della donna, il celebre detective, rifiutando di seguire i consigli del fratello che, funzionario del servizio segreto, ha tentato di dissuaderlo, parte per la Scozia. Qui, dopo aver visitato numerosi castelli in cerca di qualche traccia dello scomparso, s'installa coi suoi compagni in una locanda sulle rive del lago di Loch Ness. Incuriosito da una presunta visione del dottor Watson che ha creduto di scorgere, nel lago, un mostro, Holmes scopre che l'animale è, in realtà, il prototipo di un sommergibile mascherato per impedire ai tedeschi di impadronirsene. Ma non è, questa, l'unica scoperta del detective: la giovane donna è una spia tedesca che si è servita di lui per scoprire il luogo dove veniva costruito il sottomarino. Riuscito, agendo d'accordo col proprio fratello, a far fallire il piano della donna e quello dei suoi complici, Sherlock s'accomiata, con una punta di rimpianto, dalla bella spia che, qualche tempo dopo, finirà condannata alla fucilazione in Giappone.
  • Altri titoli:
    La vida privada de Sherlock Holmes
    La vie privée de Sherlock Holmes
    Das Privatleben des Sherlock Holmes
  • Durata: 128'
  • Colore: C
  • Genere: COMMEDIA, GIALLO
  • Specifiche tecniche: PANAVISION, 35 MM (1:2.35) - TECHNICOLOR
  • Tratto da: personaggi creati da Sir Arthur Conan Doyle
  • Produzione: BILLY WILDER E I.A.L. DIAMOND PER MIRISCH COMPANY, PHALANX PRODUCTIONS, SIR NIGEL FILMS, COMPTON FILMS
  • Distribuzione: DEAR U.A. - WARNER HOME VIDEO

CRITICA

Un giallo di pregevole fattura, nel quale regista e sceneggiatore compongono in realtà un ritratto malizioso e garbatamente caricaturale del celebre personaggio. Percorso da continue venature ironiche, felice nella ricostruzione ambientale, il film si giova di un ritmo agile e spigliato, di argute notazioni e trovate umoristiche, di uno stile, infine, sempre elegante e vivace. ('Segnalazioni cinematografiche', vol. 71, 1971)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy