Il treno crociato

ITALIA - 1943
Un tenente dei guastatori ferito al fronte orientale e ricoverato in un treno ospedale narra di una relazione avuta al paese, per la quale è diventato padre. Vari episodi illustrano la vita del treno ospedale. Durante il viaggio di ritorno, un allarme aereo costringe il treno a sostare proprio nel paese del tenente ferito e fa sì che la madre di lui, seppure recalcitrante, accetti la maternità della donna amata dal figlio. Durante il caos dei bombardamenti, sul treno dilaga il panico.

CAST

NOTE

- IL FILM ERA STATO PREANNUNCIATO CON IL TITOLO PROVVISORIO DI "TRENO CROCIATO CR. 15".

- IL RUOLO DI PAOLO STOPPA E' STATO NOTEVOLMENTE RIDOTTO AL MONTAGGIO.

CRITICA

"Campogalliani, vecchio ed esperto topo di Cinelandia, ha affrontato in questo film uno di quei temi che contengono in loro stessi la metà più uno degli elementi del successo: il treno-ospedale. Si può restare freddi o indifferenti quando uno spettacolo ritrae o quanto meno vuol ritrarre un episodio che ha per sfondo quei tragici e gloriosi convogli di eroi feriti? Il regista, dunque, ha avuto buon gioco per commuoverci e per interessarci. [...] Rossano Brazzi e Maria Mercader, Cesare Fantoni e Beatrice Mancini, Carlo Romano e Ada Dondini, a capo di una numerosa schiera di bravi attori, hanno dato al film la vita un poco enfatica e romantica che l'impostazione richiedeva. Hanno encomiabilmente assolto il loro impegno, senza dubbio. Ma, forse, avremm potuto ben altrimenti elogiarli se soggetto, sceneggiatura, dialoghi e regia fossero stati degni di maggior elogio". (Dario Falconi, "Il Popolo d'Italia", 14 maggio 1943).
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy