Il pesce innamorato

ITALIA - 1999
Il pesce innamorato
Mentre lavora come falegname, Arturo, trenta anni, prosegue nella sua grande passione: scrivere racconti per l'infanzia. Succede poi che il suo testo "Il pesce innamorato", scritto all'età di dieci anni, viene letto, apprezzato e subito pubblicato dalla signorina Benincasa, editrice, che lo manda in libreria dove arriva un clamoroso successo di vendite. Autore di un best-seller, Arturo non può sottrarsi agli impegni derivanti dalla notorietà. La sua vita diventa un viaggio da una città all'altra, e in un albergo, una sera, incontra la bella Matilde. Colpo di fulmine, notte d'amore, e poi la mattina Arturo riparte per altra destinazione. La misura però è colma. Arturo sente il bisogno di interrompere, di staccarsi da quel vortice e si rifugia in una casetta di legno in un bosco che si era costruito anni prima. Qui, quattordici mesi dopo, si presenta Matilde con un neonato in braccio, frutto della notte trascorsa insieme. Arturo è perplesso, Matilde allora va via, dicendo che si prepara a sposarsi a Venezia. Dopo molti ripensamenti, Arturo si reca nella città lagunare. A tavola, con parenti ed amici del futuro marito, Arturo e Matilde dicono di amarsi. Il matrimonio è annullato. Nella casa del bosco, Arturo, Matilde e il piccolo si fanno la loro prima foto insieme.
  • Durata: 93'
  • Colore: C
  • Genere: COMICO
  • Produzione: VITTORIO CECCHI GORI
  • Distribuzione: CECCHI GORI DISTRIBUZIONE - CECCHI GORI HOME VIDEO

NOTE

- FONICO DI PRESA DIRETTA: BRUNO PUPPARO.

CRITICA

"Pieraccioni si confessa. Con almeno due film, 'Il ciclone' e 'Fuochi d'artificio', ha avuto un successo straordinario, ne ha rispettato le regole, si è piegato a tutti i suoi imperativi, ma non è riuscito a vincere la nostalgia della vita tranquilla in casa e con gli amici. Ecco così questo 'Pesce innamorato'".
(Gian Luigi Rondi, 'Il Tempo', 18 dicembre 1999)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy