Giarabub

ITALIA - 1942
Durante la seconda guerra mondiale, il piccolo presidio di Giarabub viene totalmente isolato dal nemico. L'ultima autocolonna che porta i rifornimenti viene distrutta e il pugno d'uomini rimane alla mercé dell'avversario. Ad una richiesta di resa - sia pure onorevole - il comandante del presidio però risponde con la voce dei fucili e la lotta si accende implacabile. Alla fine, quando si salvano poche decine di uomini, molti sono restati a terra tra le bombe, e molti sono feriti, arriva una nuova ed estrema intimazione di resa da parte del nemico, che è vicino alla vittoria. Ma i soldati, eroici, rispondono issando il tricolore.

CAST

NOTE

- OLTRE A DORIS DURANTI, NEL FILM C'ERA UN SECONDO RUOLO FEMMINILE, QUELLO DELLA PROSTITUTA OLGA, INTERPRETATO DALL'ATTRICE DIANA TORRIERI, MA LE SCENE CHE LA RIGUARDAVANO SONO STATE SOPPRESSE IN FASE DI MONTAGGIO.

CRITICA

"La cinematografia italiana ha raggiunto con questo mirabile film una delle sue più grandiose affermazioni e, forse, la migliore. Si può ormai constatare, senza alcuna possibilità di dubbi, come i film di guerra italiani siano veramente artistici e composti con severa serietà e con altissimi intendimenti di esaltazione patriottica: oggi possiamo fare il confronto con molte produzioni estere e possiamo affermare che, in questo ramo cinematografico, il nostro Paese è in grado di primeggiare. (...) Il regista Goffredo Alessandrini, abilissimo, come sempre, nell'equilibrare l'intensità emotiva con la potenza dell'azione." (Giorgio Bianchi, 'Corriere Mercantile', 11 maggio 1942)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy