Ballata tragica

ITALIA - 1954
Ballata tragica
Stefano Accardi, capitano di un battello che fa la spola tra Capri e Napoli, è accusato di aver ucciso il nostromo, padre della sua fidanzata, Maria. Qualche tempo prima Stefano, benché promesso Maria, aveva ceduto alla seduzione di una donna equivoca, Betty Mason, della quale era nota la relazione con un contrabbandiere di stupefacenti. Giovanni, giovane semidemente, è amico di Stefano, il quale amava segretamente Maria, aveva cercato di trar profitto dalla situazione. Intanto Stefano, dopo essersi fatto perdonare da Maria la sua infedeltà, accetta un nuovo invito di Betty. Costei però ha un preciso intento: scoprire in quale punto del battello è stata deposta una valigia piena di stupefacenti. Trovatala, ritorna dal contrabbandiere per impadronirsene. A questo punto interviene il nostromo: egli vuole soltanto troncare la relazione tra Betty e Stefano, ma, senza volerlo, scopre il contrabbando, il che gli frutta due pistolettate, però non mortali, da parte del contrabbandiere. Più tardi il nostromo viene trovato morto nella sua cabina: è stato finito a colpi di bottiglia sulla testa. Tutto sembra accusare Stefano, che viene arrestato: solo Maria lo difende e lo esorta a lottare. Ma alla fine la verità si fa strada: il contrabbandiere e Betty vengono assicurati alla giustizia e Giovanni confessa di aver finito il nostromo, affinché Stefano, del quale era geloso, venisse accusato dell'assassinio. Stefano sposerà Maria, che aspetta un bambino.
  • Colore: B/N
  • Genere: COMMEDIA, MUSICALE
  • Produzione: DOMENICO FORGES DAVANZATI PER I.C.S.
  • Distribuzione: DIANA

NOTE

- DIRETTORE DI PRODUZIONE: BIANCA LATTUADA.
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy