Agenzia salvagente

Mixed Nuts

USA - 1995
Agenzia salvagente
Philip, un uomo idealista e buono, dirige, presso la spiaggia di Venice in California, l'Agenzia Salvagente, una specie di telefono amico per aiutare individui dal cuore infranto o aspiranti al suicidio. Con lui collaborano Catherine O'Shaughnessey, che è innamorata del capo e Blanche Munchnik, una vedova tutta frustrazioni e pulsioni inconfessate. E' la vigilia di Natale, e ogni cosa sembra andare male: Philip ha avuto lo sfratto dal proprietario Stanley Tannenbaum e gli mancano i soldi per i tre mesi di affitto arretrato; Blanche si è dimessa e Catherine è in lacrime, mentre continuano le telefonate di anonimi in crisi. Il terzetto ha comunque amici vecchi e nuovi: la giovane Gracie Barzini, incinta e titolare di un negozietto di abiti usati; Felix, il suo compagno, aspirante ma sfortunato pittore di "murales"; il condomino Lobel, sempre in giro con i suoi tre cani; Kinsky il veterinario; Louie, suonatore di ukulele; Chris, un travestito in cerca di conforto. Tutti un po' scombinati e senza dubbio poco felici alla vigilia di Natale. Da qui una serie di fattarelli strampalati, di equivoci, di regalucci che non vanno tutti per il verso giusto e di solitudini certi. Per un malaugurato incidente, un uomo presentatosi alla porta dell'Agenzia, finisce ucciso da un colpo di rivoltella impugnata sventatamente da Gracie. Il cadavere, occultato da rami di abete, finisce a far da tronco per l'albero di Natale. Nella folle notte molte cose troveranno una soluzione positiva.
  • Altri titoli:
    Lifesavers
  • Durata: 97'
  • Colore: C
  • Genere: COMICO
  • Specifiche tecniche: PANORAMICA, TECHNICOLOR
  • Produzione: JOSEPH HARTWICK, PAUL JUNGER WITT, TONY THOMAS PER TRISTAR PICTURES
  • Distribuzione: COLUMBIA TRI STAR FILMS ITALIA - COLUMBIA TRI STAR HOME VIDEO (WINNERS)

NOTE

- REVISIONE MINISTERO MAGGIO 1995.

CRITICA

"Ci si potrebbe anche divertire ad 'Agenzia salvagente', se Nora Ephron non avesse una strana idea della commedia, e non la identificasse con gli urlacci, la caricatura e il 'casino', che servono a mascherare una fondamentale mancanza di ritmo, tale che perfino un'attrice comica stupenda come Madeline Kahn arranca ogni tanto nel vuoto." (Irene Bignardi, 'la Repubblica', 15/5/95)

"Riuscire a tarpare le ali della comicità anche a Steve Martin, talento intrattenibile che salta fuori anche dai film più mediocri, è un'impresa pressoché impossibile. Ci riesce, invece, a pieni voti Nora Ephron che imbalsama l'attore con i capelli bianchi (qui tinti di biondo) nel peggior ruolo della sua carriera." (Fabio Bo, 'Il Messaggero', 15/5/95)
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy