Margherita Buy

ROMA (Italia), 15 Gennaio 1962
 

BIOGRAFIA

Attrice. Frequenta l'Accademia d'Arte Drammatica Silvio D'Amico e dopo aver partecipato a diverse produzioni teatrali, nel 1988 debutta nel cinema con "Domani accadrà" di Daniele Luchetti (per il quale reciterà anche in "La settimana della sfinge", 1990, e "Arriva la bufera" 1993). Sin dalle sue prime apparizioni si mette in evidenza come una delle interpreti italiane di maggior talento e nel 1991 ottiene i primi di una lunga serie di riconoscimenti: il Nastro d'argento e il David di Donatello come miglior attrice protagonista per "La stazione" (1990) di e con Sergio Rubini, conosciuto durante gli anni dell'Accademia e all'epoca suo marito. In seguito, Margherita dividerà con lui il set più volte anche dopo il loro divorzio, spesso sotto la direzione dello stesso Rubini ("Prestazione straordinaria", 1994; "Tutto l'amore che c'è", 2000; "L'amore ritorna", 2004; "Mi rifaccio vivo", 2013). Nel corso della sua carriera ha recitato per registi come Giuseppe Piccioni ("Chiedi la luna", 1991; "Condannato a nozze", 1993; "Cuori al verde", 1996; "Fuori dal mondo", 1999; "Il Rosso e il Blu", 2012; "Questi Giorni",2016), Mario Monicelli ("Facciamo paradiso", 1995), Carlo Verdone ("Maledetto il giorno che t'ho incontrato", 1992; "Ma che colpa abbiamo noi", 2003), Cristina Comencini ("Va' dove ti porta il cuore", 1996; "Il più bel giorno della mia vita", 2002), Paolo Virzì ("Caterina va in città", 2003), Ferzan Ozpetek ("Le fate ignoranti", 2001; "Saturno contro", 2007), Roberto Faenza ("I giorni dell'abbandono", 2005), Giovanni Veronesi ("Manuale d'amore", 2005; "Genitori&Figli - Agitare bene prima dell'uso", 2010; "Moschettieri del re - La penultima missione", 2018), Giuseppe Tornatore ("La sconosciuta", 2006), Nanni Moretti ("Il caimano", 2006; "Habemus Papa", 2011; "Mia Madre", 2015; "Tre Piani", 2021), Silvio Soldini ("Giorni e nuvole", 2007) e Maria Sole Tognazzi ("Viaggio Sola", 2013; "Io e Lei", 2015). Recita poi ne "La gente che sta bene" di Francesco Patierno , mentre in seguito sarà la moglie di Castellitto in "Piccoli crimini coniugali" (2017) di Alex Infascelli, con cui aveva già lavorato nel 2004 per il film "Il siero della vanità". Nel 2021 partecipa a "7 donne e un mistero" di Alessandro Genovesi, remake della commedia francese "8 femmes" di François Ozon (2002). Nel 2022 interpreta la moglie di Aldo Moro, Eleonora Chiavarelli, ne "Esterno Notte" di Marco Bellocchio, presentato nella sezione 'Première' del 75. Festival di Cannes (2022). Attrice pluripremiata, nel 1999 ottiene il David di Donatello come miglior protagonista femminile per il ruolo della giovane suora in "Fuori dal mondo", nel 2001 il Nastro d'argento per la sua interpretazione in "Le fate ignoranti" e nel 2002 divide il Nastro d'argento come miglior attrice non protagonista con Virna Lisi e Sandra Ceccarelli per "Il più bel giorno della mia vita". Nel 2003 è ancora protagonista dei Nastri d'Argento e del David come miglior attrice non protagonista con il film "Caterina va in città", mentre nel 2005 ottiene il David sempre nella stessa categoria per "Manuale d'amore". Nel 2008 si aggiudica ancora un David per il ruolo di Elsa interpretato in "Giorni e nuvole". Dopo le candidature per migliore attrice protagonista per "Lo spazio bianco" e da non protagonista per "Habemus Papam", vince due David nella categoria attrice protagonista prima in "Viaggio Sola", nel 2013, e poi nel 2015 in "Mia Madre". Ottiene anche due candidature agli European Film Awards: una del 20014 per "Le Fate Ignoranti" e l'altra, a distanza di quasi quindici anni, per "Mia Madre". Accanto ai vari impegni cinematografici, è stata interprete anche di alcune produzioni televisive: "Flipper" (1983) di Andrea Barzini, "Diciottanni - Versilia 1966" (1986) di Paolo Petrucci, "Una grande storia d'amore" (1987) di Duccio Tessari, "La vita che verrà" (1999) di Pasquale Pozzessere, "Incompreso" (2002) di Enrico Oldoini e "Maigret" (2004) di Renato De Maria. Nel 1994 ha fatto parte della giuria della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, mentre nel 2006 è tornata a calcare il palcoscenico con la pièce teatrale scritta da Cristina Comencini "Due partite", di cui è stata protagonista con Marina Massironi, Valeria Milillo e Isabella Ferrari. Dal 1999 vive insieme al chirurgo Roberto De Angelis dal quale, nel 2001, ha avuto la figlia Caterina.

FILMOGRAFIA

2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy