Vivo, muto, x…

Il mèlo di Giovanni Pastrone e Gabriele D'Annunzio, Il Fuoco, torna nuovo fiammante al festival di Lione
5 Ottobre 2011
Vivo, muto, x…
Il Fuoco

Musica per il muto. Dopo il post rock strumentale dei Giardini di Mirò, è il pianista Thibaud Saby a confrontarsi con il restauro de Il Fuoco di Giovanni Pastrone, suonando dal vivo al Lumière 2011 di Thierry Fremaux. Capolavoro del muto italiano “riveduto e corretto” dal Museo del Cinema di Torino, Il Fuoco (1915) è un melodramma intenso e – letteralmente – fiammeggiante, frutto della collaborazione tra Pastrone e Gabriele d’Annunzio, interpretato da due divi del tempo – la romana Pina Menichelli e il siciliano Febo Mari – e suddiviso in tre capitoli: La favilla, La vampa, La cenere.
Pastrone, nome d’arte Piero Fosco,  lo diresse un anno dopo Cabiria e la breve durata (55′) si spiega anche con i tagli imposti dalla censura, particolarmente accanita negli anni della guerra. Facile battuta, pochi minuti ma buoni: perché questo Fuoco brucia ancora. Toccate con mano, anzi, con gli occhi.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy