Vecchiali-Pasolini, il film mai girato

Il regista corso racconta alla Mostra del Cinema di Pesaro del progetto mai realizzato: “Era tutto pronto, ma la tragica morte di PPP ne impedì lo sviluppo”
Vecchiali-Pasolini, il film mai girato

“Era già pronto il contratto, dovevamo solo firmarlo. Pochi giorni dopo accadde la tragedia e la morte di Pasolini impedì lo sviluppo di quel progetto. Non aver girato quel film insieme è il più grande rammarico della mia vita”. Così Paul Vecchiali racconta del film mancato ma immaginato quaranta anni fa, nel 1975, insieme a Pier Paolo Pasolini. Il regista corso, classe 1930, è intervenuto in un incontro a lui dedicato nell’ambito della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, dove è stato presentato il suo film Nuits blanches sur la jetée (White Nights on the Pier) (2014), ispirato al capolavoro Le notti bianche di Dostoevskij.

Paul Vecchiali

Paul Vecchiali

“Pasolini – spiega Vecchiali – era rimasto folgorato nel 1974 dal mio film Femmes, femmes, tanto da trarne ispirazione per la sua ultima opera Salò o le 120 giornate di Sodoma“. In effetti Pasolini parlò di Femmes, femmes come di uno dei “film più belli e commoventi degli ultimi anni”, e per Salò scelse le due attrici protagoniste della pellicola di Vecchiali, Hélène Surgère e Sonia Saviange. In una delle scene del film citò anche un dialogo di Femmes, femmes. “A essere onesti – continua Vecchiali – devo ammettere che non ho mai amato il cinema di Pasolini, a parte Uccellacci uccellini. A mio giudizio Pasolini era un grandissimo poeta e un importante intellettuale, ma aveva paura del cinema. Ed è strano quando un artista teme lo strumento con cui esprimere la propria creatività. Ad ogni modo sarebbe stato meraviglioso girare un film con lui”.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy