Un giorno da Leoni

Pixar Day alla Mostra per il riconoscimento alla carriera di Lasseter & Co.: "La tecnica conta, ma vengono prima le emozioni", dice il patron e regista
6 Settembre 2009
Un giorno da Leoni

(Cinematografo.it/Adnkronos) – “Le emozioni prima di tutto” e “per ogni sorriso una lacrima”. Sono i due principi della “legge” di John Alan Lasseter, l’animatore, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico statunitense, dal 2005 direttore creativo della Pixar e dei Walt Disney Studios e da molti considerato come il moderno Walt Disney, che oggi ha ricevuto dalla Mostra del Cinema di Venezia il Leone d’oro alla carriera. Un Leone collettivo perché condiviso con gli altri grandi registi Pixar, Pete Docter, Andrew Stanton, Lee Unkrich e Brad Bird. Maestro assoluto nelle nuove tecnologie, Lasseter invita a non trascurare mai il fattore umano: “La tecnologia – dice – non crea i film. Le persone lo fanno. Non sei un animatore solo perché sai muovere un oggetto dal punto A al punto B. Sei qualcuno che dà vita ad un personaggio: un qualcosa che i software e la tecnologia non possono fare”.
Lasseter dice di “amare ogni tecnica d’animazione: computer, 3d, 2d, stop motion, motion capture o tradizionale dipinta a mano”, come nel caso del nuovo The Princess and the Frog, del quale durante la cerimonia sono stati proiettati in anteprima mondiale dieci minuti. Si tratta appunto di un film d’animazione in tecnica tradizionale, 49° classico prodotto da Walt Disney Animation Studios e basato sulla fiaba de “Il principe ranocchio”. Il film è diretto da John Musker e Ron Clements (già registi de La sirenetta e Aladdin), mentre la colonna sonora è stata composta da Randy Newman. L’uscita al cinema è prevista per l’11 dicembre 2009 negli Stati Uniti (con un’uscita limitata il 25 novembre a New York e Los Angeles) e il 25 dicembre in Italia.
“Adoriamo tutte le tecniche – prosegue Lasseter – ma sono la narrazione, la storia e i personaggi avvincenti la cosa più importante”, assicura. Lasseter è uno dei membri fondatori della Pixar, della quale ha supervisionato tutti i film, fungendo da produttore esecutivo. Ha inoltre personalmente diretto Toy Story e il suo seguito, A Bug’s Life, e Cars. Nell’aprile 2006, quando la Disney ha acquistato la Pixar, mentre Steve Jobs è diventato membro del consiglio d’amministrazione de The Walt Disney Company (di cui è il maggior azionista), Lasseter è stato nominato direttore creativo di entrambi gli studi d’animazione. Viene inoltre incaricato di supervisionare anche il design delle nuove attrazioni che verranno costruite di anno in anno nei parchi a tema Disney. Nel dicembre 2006 ha annunciato che la Disney inizierà a produrre nuovamente corti animati che verranno pubblicati con le uscite cinematografiche: un modo, a suo avviso, per scoprire nuovi talenti e testare sul campo nuove tecniche di animazione.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy