Tornare a Questi giorni

"Essere a Venezia? C'è il desiderio di vincere tutti i Leoni pur sapendo che non succederà. Magari poi fanno un'ingiustizia però...", scherza Giuseppe Piccioni. Di nuovo in gara, 15 anni dopo
Tornare a Questi giorni

“Cos’è quell’illusione di eternità che improvvisamente si inceppa, minaccia di interrompersi proprio quando il futuro sembra comunque essere carico di promesse? Perché un viaggio intrapreso per suggellare il legame di un’amicizia che in quel modo cerca di diventare eterna, crea invece un’incrinatura insanabile nell’equilibrio incerto della vita quotidiana del gruppo? “.

Giuseppe Piccioni torna in gara a Venezia (15 anni dopo Luce dei miei occhi) con Questi giorni, road movie al femminile interpretato da Maria Roveran (è Liliana), Marta Gastini (è Caterina), Laura Adriani (è Angela) e Caterina Le Caselle (è Anna). Con loro, sullo schermo, anche Margherita Buy e Filippo Timi, rispettivamente mamma e professore di Liliana. Amiche in una città di provincia, le quattro ragazze sono legate non tanto per affinità, quanto per le abitudini, la quotidianità, gli entusiasmi occasionali, i sentimenti coltivati in segreto. Il loro legame è comunque unico, e irripetibile. Come lo possono essere i pochi giorni di viaggio che compiono insieme per accompagnare una di loro a Belgrado, dove l’attendono una misteriosa amica e un’occasione di lavoro.

“Essere a Venezia ti dà sempre quella forte adrenalina: c’è il desiderio di vincere tutti i Leoni possibili anche sapendo di non poterlo fare. Però chissà, magari potrebbero commettere qualche ingiustizia…”, dice ironizzando Giuseppe Piccioni, che alla tiepida accoglienza riservata al film stamane alla prima proiezione per la stampa, risponde così: “Mi piace combattere, sono una persona sensibile è vero, ma anche un tipo tosto”.

Il regista Giuseppe Piccioni

Il regista Giuseppe Piccioni

Per quanto riguarda il film, invece, il regista spiega: “Non volevamo fatti eclatanti, o situazioni estreme da raccontare. Dovevo stare semplicemente vicino a queste ragazze, perché loro di fatto sono il film, e filmare qualcosa che non è solo nella storia, come il senso fisico dell’esistenza tipico di quell’età, quell’energia e quel dispendio della stessa, senza riserve o cautele”.

Tratto dal romanzo inedito Color betulla giovane di Marta Bertini, Questi giorni sarà nelle sale dal 15 settembre distribuito da Bim.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy