Scuola Filmauro

"Industria e studenti insieme contro la crisi", dice Aurelio De Laurentiis. Che premia una 18enne siciliana per il tema ispirato a Genitori & Figli
15 Giugno 2010
Scuola Filmauro

“In questo momento di crisi economica e di crisi del sistema scolastico in genere, sono convinto che queste iniziative tra industria e mondo degli studenti debbano essere frequenti per apportare crescita e stimoli ai nuovi protagonisti della società civile”. Con queste parole il produttore Aurelio De Laurentiis ha consegnato questa mattina a Roma un premio di 50 mila euro alla studentessa siciliana Alessia Cullotta e al Liceo Scientifico Statale Archimede di Messina.
Il tema realizzato dalla diciottenne e ispirato al film Genitori & Figli: agitare bene prima dell’uso di Giovanni Veronesi è stato selezionato nell’ambito del concorso lanciato dalla Filmauro in collaborazione con l’Agiscuola in occasione dell’uscita in sala del film e dedicato a tutti gli studenti delle scuole superiori secondarie. Aurelio De Laurentiis si è detto ”molto soddisfatto per un premio concreto” che servirà in parte (20 mila euro) come contributo alla ragazza per il prosieguo della sua carriera scolastica e in parte (30 mila euro) per la realizzazione di un laboratorio audiovisivo. Sono stati oltre 700 gli studenti che hanno aderito all’iniziativa e i cui elaborati sono stati sottoposti ad una commissione che ha infine decretato la vincitrice.
La cerimonia di premiazione si e’ svolta nella sede di Filmauro, a pochi passi dal Quirinale, e ad accompagnare una commossa e felice Alessia Cullotta c’erano anche i genitori, la vicepreside della scuola Rosanna Arena e un gruppo di compagne di classe. Presenti all’incontro anche il regista Giovanni Veronesi, Luigi De Laurentiis, produttore con il padre di Genitori & Figli: agitare bene prima dell’uso, la presidentessa dell’Agiscuola Luciana Della Fornace ed Egidio Bernava, in rappresentanza dell’Agiscuola Sicilia: “Ritengo che questa esperienza sia stata estremamente produttiva agli effetti della costruzione di un rapporto valido tra mondo del cinema e mondo della scuola – ha detto la presidentessa dell’Agiscuola -. Dalle immagini di un film si è passati al linguaggio della parola scritta, fatto normalmente poco realizzato nelle aule scolastiche e che sarebbe di enorme importanza per tutti i giovani”.
Lo scopo del concorso è stato quello di indagare sulla complessità dei rapporti nell’ambito familiare della società italiana di oggi, evidenziando quali possano essere le difficoltà di relazione tra adulti e adolescenti, l’influenza dei media sulla percezione della realtà e la consapevolezza maturata dai giovani riguardo argomenti importanti come la sessualità e il razzismo.
 

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy