PesaroFF56, si parte con John Landis

Primo weekend per la Mostra del Nuovo cinema: dopo la preapertura con il concerto dedicato a Mirko dei Camillas, inaugurazione con The Blues Brothers
24 Agosto 2020
Festival, In evidenza
PesaroFF56, si parte con John Landis

La 56esima Mostra Internazionale del Nuovo cinema si è aperta la sera del 22 agosto con una grande, luccicante festa per ricordare Mirko Bertuccioli, co-fondatore dei Camillas insieme a Vittorio Ondedei e cardine fondamentale della realtà musicale indipendente pesarese. Tanti Luccichini Dappertutto hanno invaso la Piazza del Popolo di una Pesaro che senza Mirko, prematuramente scomparso a causa della Covid-19, è sicuramente diventata un po’ più triste, un po’ più vuota.

Vera e propria “macchina motivazionale” della serata, Vittorio (alias Ruben Camillas) ha accolto sul palco e coordinato le esibizioni di alcuni dei più importati artisti della musica indipendente italiana: da Calcutta a Lo Stato Sociale, passando per Maria Antonietta, Pop X, The Bluebeaters, Colombre, Giacomo Laser e Gioacchino Turù, Auroro Borealo, Duo Bucolico e Brace, accompagnati dagli altri membri dei Camillas, Theodore e Michael.

 

Le reinterpretazioni di Bisonte, La canzone del pane, Giovane donna e Il codice hanno abbracciato oltre 7.000 spettatori (tra presenze fisiche e online) rigorosamente distanziati, tutti uniti dalla medesima certezza: “Che poi lo sappiamo tutti, siamo tutti d’accordo, grazie Mirko”.

Domenica 23 ha invece visto l’inaugurazione del cinema in piazza con la proiezione del cult The Blues Brothers, in collaborazione con la Universal Pictures International Italy. In occasione dei quarant’anni dall’uscita del film, è stato possibile ammirarne una nuova versione in 4k Ultra HD, resa ulteriormente speciale dall’intervento del regista John Landis, in collegamento video da Los Angeles.

Intervistato da Alberto Farina, Landis ha raccontato aneddoti e dettagli sulla produzione del film, che girò a 28 anni in soli 10 mesi. L’autore ha inoltre riservato parole significative in merito alla visione sul grande schermo, sia in termini di qualità che di socialità: “mi si spezza il cuore a vedere ragazzi che guardano film sugli smartphone” e “risate e paura sono contagiose”. La visione collettiva amplifica l’esperienza della visione filmica, e il pubblico in Piazza del Popolo ha potuto apprezzare The Blues Brothers non solo per l’ottima qualità, ma anche grazie al contesto ideale.

John Landis (foto di Karen Di Paola)

In questo primo weekend di festival sono stati inaugurati altri due spazi all’aperto: il cinema in spiaggia e l’arena presso Rocca Costanza. Ai Bagni Agata n.57 si è reso omaggio a Federico Fellini e Alberto Sordi in occasione dei 100 anni dalla loro nascita, con le proiezioni de Lo sceicco bianco e I vitelloni. A Rocca Costanza si è invece inaugurato l’evento speciale sul cinema italiano dedicato a Giuliano Montaldo con la proiezione della sua opera prima, Tiro al piccione.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy