Oggi in tv, tra Vita di Pi e Gone Girl

Visioni in quarantena sui canali free. I film da Oscar di Ang Lee e Mel Gibson e il thriller di David Fincher tra le proposte della redazione per sabato 4 aprile
4 Aprile 2020
In evidenza, Tv
Oggi in tv, tra Vita di Pi e Gone Girl

Avventura? La storia di un ragazzino sopravvissuto a un naufragio. Noir? All’italiana, nel delta del Po. Storia? La ribellione del popolo scozzese. Romance? Un incontro atteso vent’anni. Thriller? La scomparsa di una donna. C’è posto per tutti, oggi sabato 4 aprile, tra le proposte di visione che la redazione di Cinematografo ha selezionato nella programmazione in chiaro.

 

 

VITA DI PI – Rai Movie (canale 24), ore 21:10

“Ang Lee vince la sfida: la sua Life of Pi gareggia a testa alta con il libro di Yann Martel per stile, pathos e, soprattutto, presa empatica. Suraj Sharma fa il suo, con una prova fisicamente impegnativa e poeticamente totalizzante, e il suo nemico-amico Richard Parker non è da meno: una convivenza forzata, la loro, che Lee e Magee rievocano senza sindrome da peluche, ovvero, senza addomesticare la fiera e senza imbambolare l’uomo. Il fiato è sospeso, e nel bel mezzo dell’oceano spunta un interrogativo: che Vita di Pi sia il film summa di Ang Lee? Natura versus cultura, individuo versus società, afflati mistici e pragmatico sincretismo, i temi cari al regista taiwanese ci sono tutti, e brillano come (quasi) non mai. Sarà il mare?” (Federico Pontiggia)

 

NOTTE ITALIANA – Rai Storia (canale 54), ore 21:10

Incaricato di smistare un terreno, l’avvocato Otello Morsiani si trasferisce nel delta del Po, in una zona dove si estraeva il metano con il pericolo di far sprofondare la terra. Ha una storia d’amore con Daria e tutto sembra andare bene. Ma nel corso del suo lavoro Morsiani viene a conoscenza di tanti fatti, alcuni dei quali contro la legge: speculazioni edilizie ed estrazioni illecite. Emerge anche la morte di un ispettore minerario che aveva scoperto l’esistenza di alcuni pozzi clandestini. In questa morte sembra essere implicato anche il padre di Daria. L’avvocato capisce che ora è in pericolo e tenta di fuggire. Opera prima di Carlo Mazzacurati.

 

BRAVEHEART – CUORE IMPAVIDO – Rai 4 (canale 21), ore 21:15

Sul finire del XIII secolo, sul trono di Scozia siede l’usurpatore Edoardo I Plantageneto, re d’Inghilterra. Lo scozzese William Wallace, la cui famiglia era stata massacrata dagli inglesi, diventato un uomo colto, ma legato alle tradizioni rurali della terra natia, torna dopo molti anni nel suo villaggio, dove vorrebbe creare una famiglia con la bella Murron che, per eludere lo “jus primae noctis” imposto dal feudatario inglese, sposa in segreto. Poi deve difenderla da un tentativo di stupro, ma catturata, la giovane viene barbaramente uccisa. Adirato William suscita una rivolta che estromette gli inglesi dal territorio dopo averli sconfitti a Stirling.

 

GONE GIRL – L’AMORE BUGIARDO – Nove, ore 21:25

“Solo per rimanere all’interno della filmografia di David Fincher: è cupo come Seven, malsano come Zodiac, pomposo come Benjamin Button. Ma è in definitiva il sequel ideale di The Social Network: pure stavolta le metamorfosi del neo capitalismo americano, l’Alien del tardo liberismo (per citare un altro fondamentale tassello della filmografia fincheriana), vengono ricondotte a pulsioni narcisistiche collettive e individuali. L’intimità è la vera merce del millennio. Le fantasmagorie di un altro Benjamin (non Button, ma il Walter dei Passages) trovano qui un’eco forse involontaria, eppure quasi letterale: il fantasma della donna scomparsa – come quello dell’oggetto, nella cultura del packaging (di cui il film fornisce una rappresentazione “mediatizzata”) – è insieme vuoto e desiderio, solitudine e morbosa attrazione. Come su fa(k)ebook, così nella vita.” (Gianluca Arnone)

 

 

SABRINA – La7, ore 23:30

Sabrina è la romantica figlia dell’autista di una famiglia di miliardari americani. Fin dall’infanzia è segretamente innamorata di David, il più giovane e scapestrato tra i figli del padrone. David non s’accorge neppure della sua esistenza e questo spinge Sabrina ad un tentativo di suicidio senza serie conseguenze. La ragazza parte per Parigi, dove suo padre la manda per farle dimenticare le sue idee romantiche. Torna dopo due anni trasformata, conscia della propria bellezza. David, sulle prime non la riconosce, poi se ne innamora fulmineamente, al punto di trascurare del tutto la ricchissima fanciulla che dovrebbe sposare. L’atteggiamento di David preoccupa il fratello maggiore, Linus, che vede in pericolo il matrimonio, al quale è combinata un’importante combinazione finanziaria. Un classico della commedia sofisticata by Billy Wilder, con un trio indimenticabile: Audrey Hepburn, Humphrey Bogart e William Holden.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy