Castiglione Cinema 2021, la presentazione

Torna il festival della Fondazione Ente dello Spettacolo, per la prima volta anche a Perugia. Milani (Presidente FEdS): "Grande lavoro di squadra". Burico (sindaco Castiglione del Lago): "Opportunità per tutta l'Umbria". Dal 17 al 19 giugno
26 Maggio 2021
Festival
Castiglione Cinema 2021, la presentazione

Quarta edizione per Castiglione Cinema – RdC incontra 2021, il festival organizzato dalla Fondazione Ente dello Spettacolo con il Comune di Castiglione del Lago e, per la prima volta, con il Comune di Perugia. E proprio nel capoluogo umbro si terrà l’anteprima della rassegna, in programma dal 17 al 19 giugno. (scopri qui)

“In poco più di un mese – rivela Mons. Davide Milani, presidente della FEdS – è stato allestito un grande programma, frutto del fondamentale gioco di squadra con i soggetti istituzionali. Punto di forza è la nostra amicizia con il territorio di Castiglione, ma questa nuova collaborazione con Perugia rappresenta perfettamente la missione della Fondazione: portare avanti il dialogo e l’incontro che sono tipici della Chiesa”.

La quarta edizione del festival partirà da Perugia, nella cornice del Teatro Morlacchi, restaurato da poco. “Un segnale importante che apre la strada a un ulteriore allargamento” afferma Gabriele Giottoli, assessore al marketing territoriale del comune di Perugia: “Uno slancio verso un futuro di condivisione e quale miglior punto di partenza del cinema, sia come visione ma anche come incontro? L’obiettivo è di promuovere lo sviluppo territorio tenendo conto delle diversità locali: Perugia non vuole intromettersi in Castiglione Cinema ma collaborare secondo una logica additiva e non sottrattiva, adottando uno stile pragmatico e concreto per condividere eventi e incentivare la capacità attrattiva dei comuni”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Matteo Burico, sindaco di Castiglione del Lago: “Il festival è un’opportunità per il borgo: lo si vive nella rocca, tra le mura, sul suo palcoscenico naturale. Arriviamo dalla complicata edizione dell’anno scorso, che abbiamo voluto mantenere in tutti i modi proprio perché ci crediamo fortemente”. Tra il 3 e il 4 luglio 2020, infatti, Castiglione Cinema è stato tra i primissimi eventi italiani del lockdown a svolgersi con la presenza del pubblico, a testimoniare la volontà di ripartenza culturale e sociale sia da parte del territorio che dalla FEdS.

“C’è bisogno di crescere – continua Burico – e il festival è una grande opportunità per tutta l’Umbria. I piccoli comuni fanno cose con difficoltà ma c’è tanta voglia di fare e anche per questo motivo la Fondazione ha messo radici nel nostro territorio. Mi piace immaginare questo quarto appuntamento come un numero zero, un nuovo punto di partenza, un seme per il futuro”.

E proprio “Appunti per il futuro” è l’headline di questa edizione, come sempre caratterizzata da ospiti di prestigio e proiezioni di film dell’ultima stagione cinematografica. “Dopo la sfida dell’anno scorso – spiega Gianluca Arnone, direttore artistico del festival – torniamo con ragionato ottimismo, con l’approccio culturale e la forma progettuale del dialogo con gli artisti come bussole per rimetterci in cammino e ritrovare una rotta di senso. A partire dall’anteprima con Pupi Avati, maestro del racconto che ha deciso di esserci per portare sul grande schermo Lei mi parla ancora, il suo ultimo film. Un’occasione per riscoprire i temi cari al regista, che racconterà aneddoti set e privati con la consapevolezza che la memoria è il primo passo verso il futuro”.

Dal 18 giugno si torna a Castiglione, con Ricky Tognazzi e Simona Izzo che incontreranno il pubblico in Piazza Mazzini: “Un sodalizio artistico e privato – continua Arnone – che dura da trent’anni insieme. Ci racconteranno il segreto di un rapporto che spesso ha dimensioni non facilmente compatibili”.

In serata, alla Rocca del Leone, Francesco Bruni, presenterà il suo Cosa sarà: “Premiato dalla Rivista del Cinematografo con il premio Navicella Cinema, è per noi un film-manifesto dell’Italia di oggi: un racconto personale che si fa universale, un viaggio doloroso nella malattia con sprazzi di speranza”.

Il 19 giugno spazio ai Borghi più belli d’Italia, la rete che valorizza il grande patrimonio di storia, arte, cultura, ambiente e tradizioni presente nei piccoli centri italiani: una collaborazione ormai consolidata con Castiglione Cinema, che quest’anno si rinnova affrontando il tema strategico delle prospettive cineturistiche. Il presidente della rete, Fiorello Primi, ne parlerà con Davide Rampello, tra i più importanti manager culturali italiani.

Altri grandi protagonisti per il 19 giugno. Chiara Francini, attrice popolare di cinema e tv, presenterà il suo quarto romanzo, Il cielo stellato fa le fusa. Massimiliano Gallo e Lucia Mascino riceveranno il Premio Toni Bertorelli, intitolato all’attore scomparso proprio il 26 maggio di quattro anni fa e dedicato a quegli interpreti che si impongono all’attenzione degli spettatori pur non essendo i protagonisti. Un riconoscimento, voluto dall’attrice Barbara Chiesa, già compagna dell’interprete, diventato ormai tradizionale per la Fondazione, e che, per la prima volta, assegnato nell’ambito di Castiglione Cinema. Sabato sera sarà la volta di Morrison, la commedia musicale di Federico Zampaglione, che racconterà al pubblico questa nuova esperienza dopo aver esplorato l’horror e la dark comedy.

Non mancherà il coinvolgimento delle scuole dell’Istituto Omnicomprensivo Rosselli Rasetti di Castiglione del Lago. “In questi mesi, le giovani generazioni – spiega Arnone – hanno sofferto più di tutti la povertà di comunicazione e di socialità. Vogliamo mettere al centro l’importanza dell’audiovisivo, la sua capacità di coinvolgere e stimolare la partecipazione, la passione, il confronto con cose che di solito non si trovano nella normale programmazione didattica”. Quello con le scuole rappresenterà il momento conclusivo del progetto curato per tutto l’anno della cooperativa Lagodarte, caratterizzato da laboratori volti a costruire dei brevi video che saranno proiettati prima dei film in programma.

Ma Castiglione Cinema è anche l’incontro con altre forme d’arte, come quello con la mostra Art wants to reborn, progetto curato dall’artista Stefania Vichi: tre installazioni nel centro storico che simboleggiano la voglia di rinascere dopo questo lungo periodo di sofferenza.

Castiglione Cinema 2021 – RdC Incontra è un evento organizzato da Fondazione Ente dello Spettacolo con il patrocinio del Comune di Perugia e del Comune di Castiglione del Lago e del GAL Trasimeno Orvietano.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

avatar
2016 © Copyright - Fondazione Ente dello Spettacolo - Tutti i diritti sono riservati - P.Iva 09273491002
Licenza SIAE 5321/I/5043
ContattiPrivacy